Blog

I 3 trucchi per avere un olio extravergine con bassa acidità

L'olio extravergine d'oliva bassa acidità di Villa Campestri Olive Oil Resort

A Villa Campestri Olive Oil Resort produciamo un olio extravergine biologico di alta qualità che nasce dalla nostra oliveta secolare ed è frutto della nostra passione. In questo articolo ti sveliamo quali sono i 3 trucchi per avere un olio extravergine con bassa acidità!

Le caratteristiche dell’Olio Extravergine di Oliva di Qualità

Purezza e freschezza dell’olio d’oliva sono caratteristiche imprescindibili per un olio extravergine di oliva di qualità.

La definizione di qualità nella produzione dell’olio di oliva si basa su quanto previsto dal Regolamento 2568 CEE del 1991. Il testo è attualmente il punto di riferimento per tutto il settore oleario.

In base alla normativa l’olio di oliva può essere classificato in:

  • Olio extra vergine d’oliva;
  • Olio d’oliva vergine;
  • Olio d’oliva raffinato;
  • Olio d’oliva;
  • Olio di sansa di oliva greggio;
  • Olio di sansa di oliva raffinato;
  • Olio di sansa di oliva.

Sono molti i parametri previsti dalla normativa per valutare la qualità dell’olio di oliva.

Tra tutti l’acidità è un parametro importantissimo che ci dà informazioni sulla qualità delle olive molite. Attacchi di mosca, cattiva conservazione e altri difetti sul frutto si ripercuotono su questo parametro. L’extravergine deve avere un’acidità inferiore a 0,8 % ma oli di ottima qualità hanno valori non superiori a 0,1-0,2%. Per questo è importante mantenere bassa l’acidità dell’olio.

Ma quali sono le procedure consigliate per ottenere un olio extravergine con bassa acidità?

I 3 trucchi per avere un olio extravergine con bassa acidità

L’acidità (espressa come acido oleico) è il parametro fondamentale per determinare la qualità dell’olio d’oliva, essendo il principale indicatore della sua purezza e freschezza.

La qualità dell’olio d’oliva dipende fortemente dal grado di decomposizione degli acidi grassi presenti nell’olio. Infatti, il deterioramento degli acidi grassi legati in acidi grassi liberi determina un aumento dell’acidità dell’olio d’oliva, con conseguente decadimento qualitativo.

La qualità dell’olio d’oliva può essere influenzata da molteplici fattori, come per esempio:

  • Il processo di maturazione;
  • Condizioni ambientali sfavorevoli;
  • Un errato trattamento ed ammaccature delle olive durante la raccolta;
  • Una conservazione impropria delle olive prima della spremitura.

Per ottenere un olio di oliva con bassa acidità è quindi necessario seguire delle best practice indispensabili per non alterare la qualità del prodotto.
Anche se li chiamiamo trucchi sono invece dei suggerimenti che consigliamo vivamente di seguire se si vuole ottenere un prodotto eccellente.

Ecco quali sono i 3 trucchi per avere un olio extravergine con bassa acidità:

  • Raccogliere le olive anticipatamente;
  • Lavorarle subito (non aspettare nemmeno 5 ore dal momento della raccolta al momento della frangitura);
  • Evitare gramolature eccessivamente lunghe.

Questi semplici accorgimenti che possono sembrare così banali sono invece ignorati da molti produttore di olio, ottenendo così delle produzioni di bassa qualità.

Se vuoi scoprire di più sul mondo dell’olio di oliva vieni a trovarci nel cuore del Mugello per ammirare i nostri 7 ettari di oliveto e gustare il nostro olio extravergine biologico, ottenuto da una raccolta manuale e con olive lavorate il giorno stesso al frantoio della nostra azienda!

Quick Booking


  • Data di Arrivo:

  • Notti:

  • Camere:

  • Adulti:

  • Bambini:

La Via del Latte nel Mugello

altTra i prodotti tipici più conosciuti del Mugello c’è sicuramente il latte: in queste terre infatti, le mucche vengono allevate in pascoli aperti, nutrite con foraggi di qualità, e questo permette di ottenere un latte buono e genuino.

Scopri San Piero a Sieve nel Mugello

Il Mugello è un territorio ricco di numerosi borghi medievali dall’incredibile fascino. Vieni con noi alla scoperta di San Piero a Sieve!

Foliage in Toscana: Scopri l’Autunno nei Boschi più Belli

Quando arriva l’autunno il bosco cambia colore e la natura crea spettacolari paesaggi in cui diventa magico immergersi. È il fenomeno del Foliage che in Toscana regala emozioni davvero uniche. Vivi il Foliage in Toscana e scopri l’autunno nei boschi più belli.

Perché il Pane Toscano è senza sale?

Il pane in tutta Italia è un alimento fondamentale, sempre presente sulla tavola a pranzo e cena. Ma ogni regione ha le sue specialità, scopri assieme a noi le caratteristiche del pane toscano e perché è senza sale.

Tortello di patate: da piatto povero a simbolo della cucina del Mugello

Il tortello di patate è un piatto che fa parte della tradizione culinaria del Mugello. Nato in principio come piatto povero oggi è una vera e propria specialità gastronomica relizzata in numerose varianti dagli chef toscani. Scopri con noi le caratteristiche del tortello di patate del Mugello!

Le Ricette di Villa Campestri: Sformato di cavolo nero su crema di cannellini

Le ricette di Villa Campestri sono facili da preparare e ispirate alla buona cucina toscana. Scopri con noi come prepare lo Sformato di cavolo nero su crema di cannellini!

Visitare il Mugello: cosa vedere e cosa fare

Il Mugello è una bellissima terra toscana in cui sorge Villa Campestri, una terra ricca di tradizioni, storia e natura. Vogliamo condurvi alla scoperta dei borghi più belli di questo territorio per visitare le chiese e le pievi assolutamente da non perdere. Ecco cosa vedere e cosa fare se vuoi visitare il Mugello!

Trippa e Lampredotto: Cosa Sono e Come Cucinarli

La Trippa e il Lampredotto sono due specialità culinarie italiane molto particolari in quanto provengono da frattaglie bovine. Entrambe fanno parte della tradizione gastronomica toscana ma a farla da padrone a Firenze è il Lampredotto, una vera e propria istituzione. Vediamo assieme cosa sono la Trippa e il Lampredotto e quali sono le migliori ricette […]