Blog

I 3 trucchi per avere un olio extravergine con bassa acidità

L'olio extravergine d'oliva bassa acidità di Villa Campestri Olive Oil Resort

A Villa Campestri Olive Oil Resort produciamo un olio extravergine biologico di alta qualità che nasce dalla nostra oliveta secolare ed è frutto della nostra passione. In questo articolo ti sveliamo quali sono i 3 trucchi per avere un olio extravergine con bassa acidità!

Le caratteristiche dell’Olio Extravergine di Oliva di Qualità

Purezza e freschezza dell’olio d’oliva sono caratteristiche imprescindibili per un olio extravergine di oliva di qualità.

La definizione di qualità nella produzione dell’olio di oliva si basa su quanto previsto dal Regolamento 2568 CEE del 1991. Il testo è attualmente il punto di riferimento per tutto il settore oleario.

In base alla normativa l’olio di oliva può essere classificato in:

  • Olio extra vergine d’oliva;
  • Olio d’oliva vergine;
  • Olio d’oliva raffinato;
  • Olio d’oliva;
  • Olio di sansa di oliva greggio;
  • Olio di sansa di oliva raffinato;
  • Olio di sansa di oliva.

Sono molti i parametri previsti dalla normativa per valutare la qualità dell’olio di oliva.

Tra tutti l’acidità è un parametro importantissimo che ci dà informazioni sulla qualità delle olive molite. Attacchi di mosca, cattiva conservazione e altri difetti sul frutto si ripercuotono su questo parametro. L’extravergine deve avere un’acidità inferiore a 0,8 % ma oli di ottima qualità hanno valori non superiori a 0,1-0,2%. Per questo è importante mantenere bassa l’acidità dell’olio.

Ma quali sono le procedure consigliate per ottenere un olio extravergine con bassa acidità?

I 3 trucchi per avere un olio extravergine con bassa acidità

L’acidità (espressa come acido oleico) è il parametro fondamentale per determinare la qualità dell’olio d’oliva, essendo il principale indicatore della sua purezza e freschezza.

La qualità dell’olio d’oliva dipende fortemente dal grado di decomposizione degli acidi grassi presenti nell’olio. Infatti, il deterioramento degli acidi grassi legati in acidi grassi liberi determina un aumento dell’acidità dell’olio d’oliva, con conseguente decadimento qualitativo.

La qualità dell’olio d’oliva può essere influenzata da molteplici fattori, come per esempio:

  • Il processo di maturazione;
  • Condizioni ambientali sfavorevoli;
  • Un errato trattamento ed ammaccature delle olive durante la raccolta;
  • Una conservazione impropria delle olive prima della spremitura.

Per ottenere un olio di oliva con bassa acidità è quindi necessario seguire delle best practice indispensabili per non alterare la qualità del prodotto.
Anche se li chiamiamo trucchi sono invece dei suggerimenti che consigliamo vivamente di seguire se si vuole ottenere un prodotto eccellente.

Ecco quali sono i 3 trucchi per avere un olio extravergine con bassa acidità:

  • Raccogliere le olive anticipatamente;
  • Lavorarle subito (non aspettare nemmeno 5 ore dal momento della raccolta al momento della frangitura);
  • Evitare gramolature eccessivamente lunghe.

Questi semplici accorgimenti che possono sembrare così banali sono invece ignorati da molti produttore di olio, ottenendo così delle produzioni di bassa qualità.

Se vuoi scoprire di più sul mondo dell’olio di oliva vieni a trovarci nel cuore del Mugello per ammirare i nostri 7 ettari di oliveto e gustare il nostro olio extravergine biologico, ottenuto da una raccolta manuale e con olive lavorate il giorno stesso al frantoio della nostra azienda!

Quick Booking


  • Data di Arrivo:

  • Notti:

  • Camere:

  • Adulti:

  • Bambini:

GP Mugello 2020: Virtuale o in Pista?

Il Moto GP del Mugello è uno degli eventi più attesi per gli amanti delle due ruote. Ogni anno migliaia di appassionati arrivano nel Mugello da tutto il mondo per seguire e supportare il proprio campione. Quest’anno l’evento potrebbe essere rinviato o annullato e in molti si chiedono se il GP Mugello 2020 sarà Virtuale […]

Matrimonio in Toscana? Ecco le migliori location del Mugello

Sposarsi in Toscana è il sogno di molte giovani coppie di tutto il mondo. Poter trascorrere il giorno più bello della propria vita e pronunciare il fatidico sì, in una terra così ricca di arte, storia, buon cibo e ospitalità rende ancora più indimenticabile un giorno così speciale. Quindi alla domanda “Matrimonio in Toscana?” noi […]

Le Ricette di Villa Campestri: Ravioli di Peposo su crema di cipolle rosse di Tropea

altQuesto mese Chef Roberto Zanieri, alias Jerry, ha scelto per voi una ricetta un po’ più complicata ma il cui risultato lascerà i vostri ospiti senza parole: sono i Ravioli di Peposo su crema di cipolle rosse di Tropea, piatto speciale di Villa Campestri Olive Oil Resort!

Passare il ponte del 25 Aprile in Toscana: cosa fare e dove andare

Il 25 aprile, oltre ad essere una data storicamente importante per tutta l’Italia, è anche un’ottima occasione per festeggiare la liberazione con una gita fuori porta. Tra eventi, concerti e manifestazioni scopri dove andare per il ponte del 25 Aprile!

Pasqua 2020 in Toscana: cosa fare e dove andare

La Pasqua è una festa sentita e celebrata in tutta Italia, da nord a sud con tradizioni folcloristiche e ricette gastronomiche differenti ma tutte squisite. Scopri con noi cosa fare e dove andare per questa Pasqua 2020 in Toscana!

Olio extravergine d’oliva di qualità: una guida veloce per riconoscerlo

Si parla molto delle qualità che un olio extravergine di oliva deve avere ma spesso le informazioni sono parziali e non complete. Ecco quindi una guida veloce per riconoscere l’olio extravergine di oliva!

Carnevale in Toscana: come passarlo nel Mugello

Il Carnevale è un momento magico ricco di allegria che sempre di più diverte grandi e piccini. Scopri con noi di Villa Campestri Olive Oil Resort quali sono i posti più belli in Toscana dove festeggiare il Carnevale e come passarlo nel Mugello!

San Valentino in Toscana: cosa fare e dove andare

Il 14 febbraio è San Valentino, la festa dedicata a tutti gli innamorati. Ecco le nostre proposte per passare la festa di San Valentino 2020 in modo romantico e originale!