Dove andare in vacanza a Luglio? In Toscana tra arte e relax

Se si è alla ricerca di una meta in cui trascorrere le ferie a Luglio, passando da una mattutina visita ai monumenti ad un pomeridiano bagno al mare, oppure da una giornata passata ad ammirare le opere di un prestigioso museo a una cena gourmet tra gli olivi, bisogna prendere in considerazione la Toscana.

Basta pensare all’area del Mugello e a Firenze, per immaginare la meraviglia di una vacanza passata in questa splendida regione italiana patria di eccelsi artisti e tappa obbligata di tutti coloro che sono appassionati di enogastronomia.

Nelle città toscane, ma anche nei piccoli borghi, sono visibili opere d’arte in chiese, palazzi storici e, naturalmente, nei musei, mentre i cibi locali si possono gustare sia per strada sotto forma di street food, sia in osterie tradizionali e ristoranti stellati.

 

Musei in Toscana: quali visitare nel Mugello e dintorni

Iniziando dal capoluogo della regione, i musei di Firenze che bisogna assolutamente visitare sono sicuramente la Galleria degli Uffizi e la Galleria dell’Accademia in cui si possono ammirare capolavori di grandissimi artisti.

Non sono da sottovalutare anche le strutture museali nelle cittadine più piccole in cui la fila all’ingresso è minore e all’interno delle quali si possono contemplare le opere con calma.

 

All’interno degli Uffizi cosa vedere?

Già la struttura concepita da Vasari a metà del ‘500 è un’opera d’arte architettonica che lascia senza fiato, benché non fosse stata concepita per essere un museo, ma per ospitare gli uffici dell’amministrazione cittadina.

All’interno degli Uffizi di Firenze è possibile vedere la maestria di Michelangelo, Leonardo da Vinci, Botticelli, Tiziano, Piero della Francesca, Raffaello Sanzio, Giotto, Filippo Lippi, Masaccio, Caravaggio, Paolo Uccello, Rembrant e questi sono solo alcuni degli artisti che hanno firmato opere custodite in questo prestigioso museo.

Volendo citare alcune tra le centinaia di capolavori si possono nominare: la Nascita di Venere e la Primavera di Botticelli, l’Adorazione dei Magi e l’Annunciazione di Leonardo, il Bacco di Michelangelo Merisi, la Madonna del Solletico di Masaccio, Battaglia di Ponte dell’Ammiraglio di Guttuso, I tre Alberi di Rembrandt Harmenszoon van Rijn.

La lista sarebbe davvero infinita, ma ciò che è unico è l’altissimo valore culturale di ogni tela e scultura conservata nelle sale degli Uffizi.

Cosa fare a Luglio in Toscana tra Arte e relax Villa Campestri Olive Oil resort

La Galleria dell’Accademia di Firenze e le sue opere

Una visita guidata alla Galleria dell’Accademia di Firenze, o una fatta in totale autonomia, ha certamente come fulcro la visione del David di Michelangelo, ma di certo lo stupore continuerà posando lo sguardo sulle numerose altre sculture e i dipinti che sono arrivati ai giorni nostri conservandone la magnificenza.

La galleria è conosciuta internazionalmente anche con il nome di Museo di Michelangelo, anche se al suo interno si possono ammirare dipinti di Giovanni da Milano, Giottino, Taddeo Gaddi, Botticelli, Filippino Lippi, il Bronzino.

La scultura è sicuramente il fiore all’occhiello dell’Accademia e, oltre al David, si possono vedere opere di Michelangelo Buonarroti come la Pietà di Palestrina, San Matteo, Prigione Atlante, e quelle di altri rinomati scultori come Lorenzo Bartolini e Giambologna.

 

La Casa del Boccaccio a Certaldo

Sposandosi nella provincia di Firenze, si può visitare la casa del Boccaccio che si trova nella cittadina di Certaldo.

In questo edificio ha vissuto il noto novelliere morto nel 1375 e oggi fa parte dei musei di Certaldo insieme al Museo di Arte Sacra e al Palazzo Pretorio.

Nella casa dello scrittore ora è ubicato l’Ente Nazionale Boccaccio e all’interno delle sue stanze è possibile ripercorrere l’attività dell’artista attraverso la biblioteca dedicata, un filmato e l’affresco che lo ritrae.

Salendo sulla torre della Casa del Boccaccio si può ammirare una splendida vista su tutta la Valdelsa.

 

Il Museo di Leonardo a Vinci

Il Museo Leonardiano si trova nella città di Vinci, in provincia di Firenze, patria del celebre artista, inventore, scienziato.

In realtà le sedi museali sono due e si trovano a pochi passi l’una dall’altra e sempre nel cuore del borgo di Vinci.

Da piazza dei Guidi, in cui si vede la mano di Mimmo Palladino, si accede a Palazzina Uzielli dove sono presenti le sale dedicate agli studi anatomici, a macchine e orologi ideati da Leonardo.

Nel vicino castello medievale dei Conti Guidi sono presenti oggetti e documenti riguardanti l’architettura, la guerra, il volo, la navigazione e nella sala video sono visibili i modelli dei solidi geometrici disegnati da Leonardo per il trattato De Divina Proportione del matematico Luca Pacioli.

 

Museo dei Ferri Taglienti a Scarperia

L’arte a Scarperia prende una particolare deriva che riguarda i coltelli e tutto il mondo dell’artigianato che vi è dietro.

La Pro Loco di Scarperia gestisce il Museo dei Ferri Taglienti che ha sede nel Palazzo dei Vicari e in cui si può conoscere tutta la storia e l’abilità dei coltellinai scarperiesi.

Il museo è suddiviso in cinque aree dedicate a:

  • Lavoro degli artigiani di Scarperia;
  • Produttori di coltelli in Italia dal XIX secolo ad oggi;
  • Storia dei coltellinai di Scarperia;
  • Forbici per il ricamo e la sartoria;
  • Vita sociale del territorio.

Inoltre, è possibile prenotare una visita guidata all’antica Bottega del Coltellinaio.

 

Dove dormire nel Mugello e dove assaggiare le prelibatezze toscane

Le strutture ricettive di certo non mancano in Toscana, ma quando si vuole fare un’esperienza che permetta di godersi al massimo il relax delle campagne e delle colline del Mugello è giusto soffermarsi e prestare un po’ di attenzione prima di prenotare.

Le esigenze personali e il budget a disposizione sono due parametri da prendere in considerazione quando si sta cercando un alloggio per le proprie vacanze.

Un agriturismo con fattoria e azienda agricola a conduzione famigliare può essere il posto giusto per una famiglia con bambini. In questo tipo di struttura, generalmente, si possono gustare cibi a chilometro zero, vivere esperienze a contatto con gli animali, dormire serenamente lontani da ogni rumore metropolitano.

Per chi vuole respirare arte e lusso già nel luogo in cui soggiorna gli obiettivi giusti possono essere ville di campagna o antichi edifici restaurati con cura riconvertiti in hotel di classe e resort prestigiosi.

Uno splendido esempio di tutto questo è Villa Campestri Olive Oil Resort, incantevole resort incastonato nel Mugello all’interno del quale sono presenti: ristorante, oleoteca, sale con affreschi e arazzi, splendide suite, piscina con vista sulle colline circostanti.

 

Ovunque si decida di soggiornare in Toscana ciò che non manca mai sono i deliziosi piatti della cucina locale, tradizionale o rivisitata in chiave moderna, e i grandi prodotti toscani tra cui svettano vino e olio.

Quick Booking


  • Data di Arrivo:

  • Notti:

  • Camere:

  • Adulti:

  • Bambini: