Blog

Caratteristiche del panno del casentino

panno del casentino

Il Casentino è una valle che si trova a Nord della provincia di Arezzo, in Toscana, da sempre idonea alla produzione dei panni. Questo perché la materia prima, cioè la lana, si trovava in grande quantità e a un ottimo prezzo, cosa dovuto alla presenza di molti greggi da allevamento. I lanaioli del Casentino usavano una fibra abbastanza ordinaria e ispida, che col passare degli anni è stata migliorata da svariati incroci tra razze di pecore indigene e razze merinos.

La storia del panno casentinese

Gli artigiani lanieri del Casentino erano attivi già in epoca precedente al 1300, come testimonia la presenza di stabilimenti per il processo di lavorazione dei panni di lana datate in quel periodo storico.

I panni di lana usati per produrre gli indumenti per gli abitanti della valle erano pesanti, resistenti, impermeabili ad acqua e neve, caratteristiche utili per affrontare i freddi e lunghi inverni.

La presenza di torrenti e corsi d’acqua sul territorio erano fondamentali per il lavaggio e la tintura della lana, e anche per far il funzionamento dei macchinari di lavorazione dei panni.

Stessa importanza aveva la legna, reperibile nei boschi della valle, necessaria per produrre acqua calda per ottenere le tinture naturali.

Per molto tempo, gli artigiani della lana del Casentino dovettero sottostare alle regole scritte dai lanaioli fiorentini. Infatti, nel 1500 i panni del Casentino erano soggetti a marchiatura che indicasse la provenienza, onde evitare di essere confusi e distribuiti come panni fiorentini.

Le caratteristiche della lana del Casentino

Il panno Casentino spesso viene detto “lana cotta” perché tramite la follatura, il filato di lana, viene ristretta del 30%, e così infeltrito.

I lanaioli del Casentino, col tempo riuscirono a produrre un panno dall’originale colore arancione, ormai divenuto caratteristico.

Tramite l’uso dell’Allume di rocca, utile per rendere impermeabili i panni, gli artigiani della lana ottennero la tintura arancione con un processo chimico errato nell’utilizzo di mordenti e con l’alluminio.

Nacque così il colore che per tradizione viene affiancato al verde. Non si conosce, al contrario, la datazione del ricciolo che appare sul panno. Il macchinario che occorre per creare questa particolare finitura pare essere di origine francese, e si chiama ratinatrice.

Le particolarità del panno Casentino

Il panno Casentino è un materiale considerato “povero” ma al tempo stesso raffinato e talvolta addirittura snob.

Primo, perché sono ancora in tanti a non conoscerlo; secondo, perché paragonato ad altri materiali e tessuti iper-tecnici di nuova generazione è di una autenticità senza eguali.

In qualche modo, il panno Casentino è un’icona del Made in Italy, una stoffa di pura lana unica ed esportata in tutto il mondo.

È un’esperienza unica visitare gli ambienti che un tempo accoglievano migliaia di operai, con i vecchi telai, i filatoi e gli altri macchinari antichi: lo scardasso, la cantra, l’orditoio, la lupa cardatrice, tutti esposti a Stia, presso il Museo dell’Arte della lana, insieme ai libri mastri e alle foto d’epoca.

Oggi, questo tessuto della grande tradizione italiana mantiene il suo fascino e viene sempre lavorato nelle botteghe di sartoria artigianale o da stilisti come Roberto Capucci che dal 2008 produce un cappotto in panno Casentino, plissettato, per sostenere il progetto Tessile & Sostenibilità, diventato Filiera del Tessile Sostenibile.

Quick Booking snippet


  • Data di Arrivo:

  • Notti:

  • Camere:

  • Adulti:

  • Bambini:

Ristoranti Mugello: una guida completa

I ristoranti di Mugello sono una delle principali attrattive per i turisti e per i visitatori dei vari borghiche questa areasituata a Nord di Firenze offre.

Musei a Firenze con cani: dog sitter per intrattenere gli amici a 4 zampe

Visitare i musei a Firenze insieme ai propricani zampe finalmente si può. In realtà, non è mai esistita una norma che vietasse l’accesso dei visitatori in compagnia dei propri amici a 4 zampe. Infatti, secondo quanto stabilito dal regolamento della polizia veterinaria, è possibile far accedere i propri animali nei luoghi aperti al pubblico, semplicemente […]

Monte Falterona: la Sorgente dell’Arno

L’Arno è il principale fiume della Toscana ed ha una lunghezza di 241 km. È l’ottavo fiume più lungo d’Italia, ma il secondo nella classifica per estensione, dopo il Tevere, se consideriamo l’Italia peninsulare. La sorgente del fiume Arno, definita anche “Capo d’Arno”, si trova sul Monte Falterona, in corrispondenza del comune Pratovecchio Stia, a […]

Frittelle di riso toscane: curiosità e ricetta

Le Frittelle di riso toscane, conosciute anche con il nome di Frittelle di San Giuseppe, insieme alle Zeppole sono il dolce tradizionale della Festa del papà. Allo stesso tempo, essendo un dolce fritto, è molto ricercato e proposto nei ristoranti più rinomati d’Italia. Le origini delle Frittelle di riso toscane risalgono al XV secolo, in […]

Duomo di Siena: Pavimento, Pulpito e tutte le sue Meravi­glie

Fra le grandi opera dell’architettura sacra medievale europea, un posto d’onore lo merita sicuramente il duomo di Siena.La prima parte della costruzione venne probabilmente edificata nella seconda metà del 1100, se si dà credito a notizie successive che parlano di una sua consacrazione nell’anno 1179 da Papa Alessandro III, dopo la pace con Federico Barbarossa. […]

David di Michelangelo a Firenze: storia ed informazioni utili

Il David di Michelangelo è una delle sculture più importanti nel panorama artistico italiano ed internazionale e rappresenta il simbolo della virilità e bellezza maschile. Questa scultura, realizzata in marmo dal celebre Michelangelo Buonarroti, tra il 1501 e il 1504, è conservata nella Galleria dell’ Accademia a Firenze. La statua marmorea rievoca il personaggio biblico […]

Carlo Collodi: il Fiorentino Padre di Pinocchio

Chi non conosce Pinocchio? In effetti, forse il burattino di legno era più noto ai bambini di qualche generazione fa, ma il classico cartone animato Disney, ha fatto sì che non venga dimenticato, anche in questa epoca digitale. Bisogna anche dire che il Pinocchio che in molti abbiamo in mente è proprio quello Disney, che […]

Chianciano Terme, tra Benessere e Turismo

Storia, cultura, natura, benessere: tutto questo è Chianciano Terme. Nelle terre di Siena, tra la Val di Chiana e la Val d’Orcia, fra le dolci colline dei vigneti di Montepulciano, non lontana dallo splendido borgo rinascimentale di Pienza, Chianciano offre al turista che sia un single, coppia o una famiglia, la vacanza ideale. Una località […]