Blog

Carlo Collodi: il Fiorentino Padre di Pinocchio

Chi non conosce Pinocchio? In effetti, forse il burattino di legno era più noto ai bambini di qualche generazione fa, ma il classico cartone animato Disney, ha fatto sì che non venga dimenticato, anche in questa epoca digitale.

Bisogna anche dire che il Pinocchio che in molti abbiamo in mente è proprio quello Disney, che non è proprio quello del libro originale. O meglio, diciamo che si tratta di un ottima interpretazione di quanto scritto da Carlo Collodi, riadattata e resa interessante per bambini e adulti della nostra epoca.

Molto meno noto è invece proprio il suo autore, Carlo Collodi.

La biografia di Carlo Collodi

Il vero nome di Carlo Collodi era Carlo Lorenzini, nacque il 24 novembre del 1826.

La sua famiglia non era agiata, i genitori infatti erano al servizio della casata nobiliare toscana dei Garzoni Venturi Ginori: il padre era cuoco e la madre, Angelina Orzali, era cameriera nonostante avesse il diploma di maestra elementare.

Molto spesso, i genitori lavoravano in residenze diverse, e Carlo passa così i primi anni dell’infanzia a Collodi, da una zia della madre. Da qui nacque poi lo pseudonimo scelto quando divenne scrittore.

Per un certo periodo, per il piccolo Carlo si pensa a una carriera ecclesiastica, che era comunque una di quelle che garantiva una relativa tranquillità economica.

Tuttavia, Carlo sembra fosse un po’ indisciplinato, con un carattere forse troppo vivace, decise così di abbandonare gli studi e trovò lavoro a Firenze come commesso della libreria Piatti.

E’ qui che entra in contatto col mondo degli intellettuali e collaboratori di riviste. Nel 1848, a 22 anni, diventa impiegato statale.

Le prime pubblicazioni

Partecipa alla Prima Guerra d’Indipendenza e in seguito fonda una propria rivista ‘Il Lampione’, favorevole all’Unità d’Italia ma anche con una certa attenzione alle tematiche dell’educazione dello strato più basso e disagiato della popolazione.

La censura lo fa chiudere presto, ma intanto Carlo fonda e dirige un altro periodico, ‘Scaramuccia’.

In questo periodo comincia a scrivere romanzi di viaggio o di avventura.

Di nuovo si arruola per la Seconda Guerra d’Indipendenza, anche questa volta la fortuna lo fa tornare a casa sano e salvo.

L’editore Paggi gli affida la traduzione dal francese dei ‘Racconti di Mamma Oca’ di Perrault, con le famose fiabe di Cappuccetto Rosso, Pollicino, Il Gatto con gli Stivali.

È in questo modo che, da scrittore, comincia a interessarsi alla letteratura per l’infanzia.

La nascita di Pinocchio

Scrive e pubblica, sempre con l’editore Paggi, ‘Giannettino’ e ‘Minuzzolo’, opere per bambini che sono il preludio a Pinocchio.

‘Storia di un burattino’ nasce quindi nel 1881, pubblicato a puntate nel ‘Giornale dei Bambini’.

Dopo il grande successo, le puntate vengono riunite in solo volume dal titolo ‘Le avventure di Pinocchio’.

Carlo Collodi, ormai famoso, muore a Firenze il 26 ottobre 1890.

Quick Booking snippet


  • Data di Arrivo:

  • Notti:

  • Camere:

  • Adulti:

  • Bambini:

Ristoranti Mugello: una guida completa

I ristoranti di Mugello sono una delle principali attrattive per i turisti e per i visitatori dei vari borghiche questa areasituata a Nord di Firenze offre.

Musei a Firenze con cani: dog sitter per intrattenere gli amici a 4 zampe

Visitare i musei a Firenze insieme ai propricani zampe finalmente si può. In realtà, non è mai esistita una norma che vietasse l’accesso dei visitatori in compagnia dei propri amici a 4 zampe. Infatti, secondo quanto stabilito dal regolamento della polizia veterinaria, è possibile far accedere i propri animali nei luoghi aperti al pubblico, semplicemente […]

Monte Falterona: la Sorgente dell’Arno

L’Arno è il principale fiume della Toscana ed ha una lunghezza di 241 km. È l’ottavo fiume più lungo d’Italia, ma il secondo nella classifica per estensione, dopo il Tevere, se consideriamo l’Italia peninsulare. La sorgente del fiume Arno, definita anche “Capo d’Arno”, si trova sul Monte Falterona, in corrispondenza del comune Pratovecchio Stia, a […]

Frittelle di riso toscane: curiosità e ricetta

Le Frittelle di riso toscane, conosciute anche con il nome di Frittelle di San Giuseppe, insieme alle Zeppole sono il dolce tradizionale della Festa del papà. Allo stesso tempo, essendo un dolce fritto, è molto ricercato e proposto nei ristoranti più rinomati d’Italia. Le origini delle Frittelle di riso toscane risalgono al XV secolo, in […]

Duomo di Siena: Pavimento, Pulpito e tutte le sue Meravi­glie

Fra le grandi opera dell’architettura sacra medievale europea, un posto d’onore lo merita sicuramente il duomo di Siena.La prima parte della costruzione venne probabilmente edificata nella seconda metà del 1100, se si dà credito a notizie successive che parlano di una sua consacrazione nell’anno 1179 da Papa Alessandro III, dopo la pace con Federico Barbarossa. […]

David di Michelangelo a Firenze: storia ed informazioni utili

Il David di Michelangelo è una delle sculture più importanti nel panorama artistico italiano ed internazionale e rappresenta il simbolo della virilità e bellezza maschile. Questa scultura, realizzata in marmo dal celebre Michelangelo Buonarroti, tra il 1501 e il 1504, è conservata nella Galleria dell’ Accademia a Firenze. La statua marmorea rievoca il personaggio biblico […]

Carlo Collodi: il Fiorentino Padre di Pinocchio

Chi non conosce Pinocchio? In effetti, forse il burattino di legno era più noto ai bambini di qualche generazione fa, ma il classico cartone animato Disney, ha fatto sì che non venga dimenticato, anche in questa epoca digitale. Bisogna anche dire che il Pinocchio che in molti abbiamo in mente è proprio quello Disney, che […]

Chianciano Terme, tra Benessere e Turismo

Storia, cultura, natura, benessere: tutto questo è Chianciano Terme. Nelle terre di Siena, tra la Val di Chiana e la Val d’Orcia, fra le dolci colline dei vigneti di Montepulciano, non lontana dallo splendido borgo rinascimentale di Pienza, Chianciano offre al turista che sia un single, coppia o una famiglia, la vacanza ideale. Una località […]