Blog

Tre salumi toscani che non puoi perderti!

Salumi toscani che non puoi perderti con Villa Campestri Olive Oil Resort

Spesso nei ristoranti e nelle osterie toscane il cameriere vi consiglia di prendere come antipasto un tagliere di formaggi e salumi toscani.

Il consiglio è sempre ben accetto anche perché alcuni di questi buonissimi insaccati sono imperdibili e non facili da trovare in altre regioni! Scopriamo insieme tre tra i migliori salumi toscani!

1.Finocchiona

La finocchiona puó sembrare ad un primo sguardo un normale salame ma osservando con piú attenzione e soprattutto facendosi rapire dal profumo subito si capisce di trovarsi di fronte ad un insaccato unico!

Questo insaccato di maiale è a pasta morbida e ha un ingrediente segreto: il finocchio selvatico!

Nonostante la vecchia tradizione della finocchiona solo dal 2015 è un prodotto IGP, indicazione geografica protetta.

La finocchiona rappresenta l’antico spirito toscano

Infinocchiare in toscano significaimbrogliare e questo salame speciale ci racconta il perché.

Nel comune salame viene messo il pepe, oggi facile da reperire ma nel Medioevo spezia rara.

I norcini toscani decisero di usare il finocchio selvaggio, praticamente a costo zero dato che cresce in natura, per dare un sapore alternativo al pepe ma soprattutto in grado di coprire una carne magari non freschissima.

Da qui l’utilizzo moderno e sempre attuale del termine infinocchiare!

La finocchiona oggi

Attualmente la finocchiona è un insaccato pregiato con tagli pregiati, sia grassi che magri del maiale. Oggi non c’è assolutamente più bisogno di coprire nessun sapore e l’insaporimento viene fatto con: sale, pepe, finocchio (come da tradizione!), vino rosso e uno spicchio di aglio.

Una variante: la sbriciolona

La sbriciolona è una finocchiona più giovane, quest’ultima stagiona per almeno 5 mesi mentre la variante solo 3-4 settimane rimanendo quindi più friabile, che si sbriciola piú facilmente una volta tagliata.

2.Soprassata

La soprassata è meno conosciuta fuori dai confini regionali ed è in assoluto uno degli insaccati piú poveri ma gustosi della tradizione toscana.

Essendo meno diffuso è anche piú difficile trovare quella artigianale.

Di solito in Toscana si produceva la soprassata all’inizio dell’anno ovvero quando veniva ucciso il maiale come vuole la tradizione contadina.

La soprassata essendo un insaccato molto povero è fatto di scarti, principalmente dalla testa del maiale ben pulita, privata di setole e cotta piú volte.

Le carni scelte vengono poi condite con sale, pepe, scorza di limone, noce moscata, peperoncino e a volte anche un po’ d’aglio.

Un insaccato povero ma dal sapore deciso che puó diventare una esperienza culinaria molto interessante!

3.Lardo di Colonnata

Sicuramente tra i tre insaccati il più conosciuto è il lardo di Colonnata.

Anche questo salume è un IGP e il suo luogo di produzione per eccellenza è Colonnata, un piccolo paese in provincia di Massa-Carrara.

Il Lardo di Colonnata ha un lavorazione stagionale e davvero unico: il lardo viene stagionato in conche di marmo che sono stata anticipatamente strofinate solitamente con sale marino naturale, pepe nero macinato, aglio e rosmarino.

La stagionatura è di un minimo di sei mesi.

Il gusto è delicato e si accompagna benissimo con il pane abbrustolito ma addirittura nelle ricette piú ardite anche con i crostacei.

Pronto a gustare queste prelibatezze?

Ti aspettiamo a Villa Campestri per allietare la tua permanenza con questi buonissimi insaccati che fanno parte della nostra tradizione culinaria da secoli!

Quick Booking


  • Data di Arrivo:

  • Notti:

  • Camere:

  • Adulti:

  • Bambini:

I laghi per la pesca sportiva nel Mugello

Ci sono alcune zone del territorio italiano dove la pratica di determinate attività sportive raggiunge il suo massimo. Appassionati, principianti e professionisti si riversano in massa in questi luoghi. I laghi per la pesca sportiva nel Mugello rappresentano un approdo sicuro per i cultori del genere. La varietà di specie è notevole e ciò spinge […]

Giotto, il pittore toscano entrato nel mito

Tra gli artisti che sono nati in Toscana, ci sono moltissimi pittori che hanno segnato in maniera indelebile la Storia dell’Arte. Questo è dovuto al fatto che non solo hanno rivoluzionato il modo di rappresentare la realtà, ma anche perché hanno saputo influenzare profondamente le produzioni artistiche. Questo vale sia per quelle ad essi contemporanee, […]

In viaggio alla scoperta dei prodotti tipici toscani

Come tutte le regioni dell’Italia, anche la Toscana può vantare una ricchissima offerta di prodotti tipici, prelibati e saporiti, degni di ogni palato fine. Inoltre questo territorio è caratterizzato sia da paesaggi meravigliosi, sia da patrimoni artistici e culturali di inestimabile valore. Dunque non c’è da meravigliarsi se la Toscana è ogni anno la meta […]

Il pecorino toscano, formaggio DOP dal sapore inconfondibile

Tra i prodotti che la ricchissima tradizione gastronomica della Toscana può offrire, rientra senza dubbio il pecorino toscano DOP. Si tratta di un formaggio ovino davvero molto saporito e per questo apprezzato dalle buone forchette.

Arte e Storia si incontrano a Vicchio

quale vivono poco più di 8000 abitanti. Si tratta del luogo in cui ebbero origine due pittori fondamentali per la storia dell’arte italiana. Questi sono Giotto, vissuto tra ‘200 e ‘300 e di cui si conserva ancora la casa natale all’interno del comune, e il Beato Angelico, che operò durante il Rinascimento quattrocentesco. I soggiorni […]

Valle del Mugello, la meta perfetta per gli appassionati di moto

Immersa nella campagna Toscana la valle del Mugello ospita il famoso autodromo internazionale del Mugello. Si tratta di un circuito automobilistico e motociclistico italiano, il Mugello Circuit che si compone di 15 curve ed è lungo 5245 metri, per una superficie totale di quasi 170 ettari. Attualmente è proprietà della casa automobilistica Ferrari, che l’ha […]

Quali sono i maggiori esponenti dell’arte toscana?

La Toscana è una regione che ha dato i natali a moltissimi artisti riconosciuti a livello mondiale. Nei secoli, questa regione è stata protagonista di floridissimi scambi commerciali, oltre che teatro di alcune delle corti più raffinate che la storia europea abbia visto. Tutto questo si riscontra attraverso le opere d’arte, che hanno abbracciato i […]

I modi di dire fiorentini più comuni

Passeggiando per le strade di Firenze si possono sentire molte espressioni vernacolari tipiche del capoluogo toscano. Tra storia e leggende, scopriamo insieme non solo quali sono i modi di dire più comuni, ma anche da dove hanno avuto origine.