Blog

Come conservare l’olio d’oliva

Come conservare l'olio d'oliva

L’olio di oliva è uno degli alimenti cardine della dieta mediterranea. Gustoso, sano e da sempre utilizzato dall’uomo. Scopri con noi come conservare l’olio d’oliva!

Ecco perché è importante conservare correttamente l’olio di oliva

L’olio di oliva è il condimento per eccellenza della dieta mediterranea, immancabile sulla tavola degli italiani per le sue caratteristiche nutrizionali e salutistiche.

Conservare correttamente l’olio di oliva è quindi essenziale per preservare tutto il suo sapore, mantenendo inalterate le sue caratteristiche.

Non a caso l’olio di oliva è scelto in cucina per le indubbie proprietà salutistiche e per le ottime qualità organolettiche che lo rendono il “condimento” immancabile sulla tavola degli italiani, maggiori consumatori d’olio di oliva al mondo.

I preziosi costituenti dell’olio di oliva sono però molto sensibili alle condizioni ambientali sfavorevoli che possono peggiorarne sensibilmente le qualità organolettiche e avviare il processo di alcuni sgraditi fenomeni come ad esempio l’irrancidimento.

Per questo è davvero importante conservare l’olio di oliva correttamente, custodirlo nel modo più appropriato per evitare che vadano perdute le sue caratteristiche nutrizionali e salutistiche.

L’olio di oliva ha una scadenza?

L’olio di oliva non ha una vera e propria scadenza ma piuttosto un “termine minimo di conservazione”, cioè un tempo oltre il quale è sconsigliato conservare l’olio per non sciupare i suoi profumi e le sue proprietà.

Il termine preferibile per il consumo di olio di oliva è segnalato sull’etichetta della bottiglia e generalmente è di 12-18 mesi ma può dipendere dalle varie cultivar.

Secondo il Consiglio Oleicolo Internazionale, non si dovrebbero mai superare i 24 mesi.

Come conservare l’olio di oliva

A seconda che l’olio sia conservato a casa, al ristorante, negli scaffali dei supermercati o durante la fase di stoccaggio, la modalità di conservazione dell’olio di oliva potrebbe variare in base alle specifiche esigenze.

Esistono però delle regole generali per la conservazione dell’olio di oliva da seguire sempre.

Conservare l’olio lontano dalla luce

La qualità dell’olio di oliva potrebbe essere compromessa da un’illuminazione troppo forte. È quindi da evitare l’esposizione diretta al sole o a qualsiasi tipo di illuminazione eccessivamente forte. Per questo motivo è buona prassi imbottigliare l’olio di oliva in un contenitore scuro per proteggerlo dalla luce.

Conservare l’olio lontano dal calore

L’alta temperatura danneggia l’olio di oliva in modo irreversibile per cui mai lasciare la bottiglia vicino a fonti di calore come fornelli o caloriferi.

Conservare lontano da odori impregnanti

Essendo un grasso l’olio ha un “effetto spugna” verso tutte le sostanze volatili. È bene quindi conservarlo lontano da detersivi molto profumati o sostanze con odori molto forti.

Evitare sbalzi termici

Evitare sempre gli sbalzi termici, che incidono negativamente sulla qualità dell’olio. Meglio una temperatura fresca ma senza eccessi.

Non sottoporre a correnti d’aria

Per evitare il pericolo di ossidazione è importante chiudere bene il tappo dopo l’utilizzo, in modo da non lasciare l’olio di oliva a contatto con l’aria.

Per scoprire tutti i segreti sul mondo dell’olio e i migliori modi per conservare l’olio di oliva ti aspettiamo in Toscana a Villa Campestri Olive Oil Resort!

Quick Booking


  • Data di Arrivo:

  • Notti:

  • Camere:

  • Adulti:

  • Bambini:

Cosa fare per l’Immacolata in Toscana

La festa dell’immacolata si avvicina e offre una bellissima opportunità per approfittare di un week-end immersi nella quiete e nella pace della natura alla ricerca di attimi di relax. Scopri con noi cosa fare per l’Immacolata in Toscana!

5 agriturismi di lusso in Toscana

Oggigiorno l’agriturismo non è solo sinonimo di ambiente bucolico, natura e animali ma anche di Lusso. Scopri con noi 5 agriturismi di lusso in Toscana!

I borghi più belli vicino a Firenze

Torri, castelli, ville e abbazie caratterizzano i paesaggi delle cittadine toscane. Vieni con noi in un viaggio alla scoperta dei borghi più belli vicino Firenze!

I primi piatti più buoni tipici della Toscana

In Italia quella per il cibo è una vera e propria passione, ma ciò che amiamo di più è sicuramente sua maestà la “Pasta”! Scopri con noi quali sono i primi piatti più buoni tipici della Toscana!

Cosa fare ad Halloween

Come ogni anno il 31 ottobre arriva con la sua carica di magia portando con sé la festa più “mostruosa” dell’autunno. Scopri con noi cosa fare ad Halloween!

Resort per una vacanza in Toscana e passeggiate a cavallo

In Italia il turismo a cavallo è trend sempre più in aumento. Se anche tu ami gli sport e la natura scopri il resort ideale per una vacanza in Toscana e passeggiate a cavallo!

Villa medicea del Trebbio: il patrimonio dell’Umanità nel Mugello

Le ville e i giardini medicei sparsi per la Toscana sono molti ma 14 sono entrati nella World Heritage List dell’Unesco. Scopri con noi la Villa medicea del Trebbio: il patrimonio dell’Umanità nel Mugello!

Dove si trova il Mugello? Curiosità su questa terra

Il Mugello è un territorio caratterizzato da un esteso bacino con una stretta striscia pianeggiante lungo la Sieve, una vasta area centrale di colline e un’ampia zona montuosa. Ma dove si trova di preciso il Mugello?