Blog

Come conservare l’olio d’oliva

Come conservare l'olio d'oliva

L’olio di oliva è uno degli alimenti cardine della dieta mediterranea. Gustoso, sano e da sempre utilizzato dall’uomo. Scopri con noi come conservare l’olio d’oliva!

Ecco perché è importante conservare correttamente l’olio di oliva

L’olio di oliva è il condimento per eccellenza della dieta mediterranea, immancabile sulla tavola degli italiani per le sue caratteristiche nutrizionali e salutistiche.

Conservare correttamente l’olio di oliva è quindi essenziale per preservare tutto il suo sapore, mantenendo inalterate le sue caratteristiche.

Non a caso l’olio di oliva è scelto in cucina per le indubbie proprietà salutistiche e per le ottime qualità organolettiche che lo rendono il “condimento” immancabile sulla tavola degli italiani, maggiori consumatori d’olio di oliva al mondo.

I preziosi costituenti dell’olio di oliva sono però molto sensibili alle condizioni ambientali sfavorevoli che possono peggiorarne sensibilmente le qualità organolettiche e avviare il processo di alcuni sgraditi fenomeni come ad esempio l’irrancidimento.

Per questo è davvero importante conservare l’olio di oliva correttamente, custodirlo nel modo più appropriato per evitare che vadano perdute le sue caratteristiche nutrizionali e salutistiche.

L’olio di oliva ha una scadenza?

L’olio di oliva non ha una vera e propria scadenza ma piuttosto un “termine minimo di conservazione”, cioè un tempo oltre il quale è sconsigliato conservare l’olio per non sciupare i suoi profumi e le sue proprietà.

Il termine preferibile per il consumo di olio di oliva è segnalato sull’etichetta della bottiglia e generalmente è di 12-18 mesi ma può dipendere dalle varie cultivar.

Secondo il Consiglio Oleicolo Internazionale, non si dovrebbero mai superare i 24 mesi.

Come conservare l’olio di oliva

A seconda che l’olio sia conservato a casa, al ristorante, negli scaffali dei supermercati o durante la fase di stoccaggio, la modalità di conservazione dell’olio di oliva potrebbe variare in base alle specifiche esigenze.

Esistono però delle regole generali per la conservazione dell’olio di oliva da seguire sempre.

Conservare l’olio lontano dalla luce

La qualità dell’olio di oliva potrebbe essere compromessa da un’illuminazione troppo forte. È quindi da evitare l’esposizione diretta al sole o a qualsiasi tipo di illuminazione eccessivamente forte. Per questo motivo è buona prassi imbottigliare l’olio di oliva in un contenitore scuro per proteggerlo dalla luce.

Conservare l’olio lontano dal calore

L’alta temperatura danneggia l’olio di oliva in modo irreversibile per cui mai lasciare la bottiglia vicino a fonti di calore come fornelli o caloriferi.

Conservare lontano da odori impregnanti

Essendo un grasso l’olio ha un “effetto spugna” verso tutte le sostanze volatili. È bene quindi conservarlo lontano da detersivi molto profumati o sostanze con odori molto forti.

Evitare sbalzi termici

Evitare sempre gli sbalzi termici, che incidono negativamente sulla qualità dell’olio. Meglio una temperatura fresca ma senza eccessi.

Non sottoporre a correnti d’aria

Per evitare il pericolo di ossidazione è importante chiudere bene il tappo dopo l’utilizzo, in modo da non lasciare l’olio di oliva a contatto con l’aria.

Per scoprire tutti i segreti sul mondo dell’olio e i migliori modi per conservare l’olio di oliva ti aspettiamo in Toscana a Villa Campestri Olive Oil Resort!

Quick Booking


  • Data di Arrivo:

  • Notti:

  • Camere:

  • Adulti:

  • Bambini:

Trippa e Lampredotto: Cosa Sono e Come Cucinarli

La Trippa e il Lampredotto sono due specialità culinarie italiane molto particolari in quanto provengono da frattaglie bovine. Entrambe fanno parte della tradizione gastronomica toscana ma a farla da padrone a Firenze è il Lampredotto, una vera e propria istituzione. Vediamo assieme cosa sono la Trippa e il Lampredotto e quali sono le migliori ricette […]

Escursioni nel Mugello

Il Mugello è un territorio verde in cui splendide vallate si alternano a dolci colline e monti dal grande fascino. A pochi chilometri da Firenze è il luogo ideale per vivere indimenticabili emozioni a piedi, a cavallo o in bici. Scopri con noi le più belle escursioni in Mugello!

Piscina nella Campagna di Firenze: dove andare?

Quando arriva il caldo vivere la città diventa davvero difficile in quanto le temperature salgono talmente tanto che l’unica cosa possibile è unafuga verso luoghi più freschi. In questi casi non c’è niente di meglio di una giornata da trascorrere in piscina nella campagna di Firenze, ecco dove andare.

La Ricetta della Granita Al Caffè di Villa Campestri

Quando le temperature salgono si ha voglia di qualcosa di fresco che possa rinvigorirci con gusto. Il gelato è sicuramente un classico ma a volte si preferisce qualcosa di più fresco e leggero, che si possa sorseggiare a bordo piscina. A Villa Campestri abbiamo la soluzione giusta, scopri subito la ricetta della Granita al Caffè!

Le Ricette di Villa Campestri: Tortello nero di patate al ragù’ di seppia

I tortelli di patate del Mugello sono una squisita ricetta tipica del territorio. La ricetta si tramanda di generazione in generazione ma è sempre aperta a nuove rivisitazioni. Scopri con noi la tradizione del tortello di patate del Mugello e unasquisita variante gourmet!

Il Lusso di un Resort dal Cuore che Batte

Le vacanze estive sono l’occasione giusta per concedersi momenti di relax in un luogo intimo, protetto e avvolto dalla quiete della natura toscana. Il Bonus Vacanze 2020 può aiutarti a scoprire la magia di Villa Campestri Olive Oil Resort e le bellissime emozioni che puoi vivere con noi!

Festa di San Giovanni in Toscana: Cosa Fare e Dove Andare

La ricorrenza di San Giovanni è un momento molto atteso a Firenze in quanto patrono della città. E’ anche l’occasione per godersi una giornata libera dal lavoro e organizzare una piacevole scampagnata di inizio estate. Scopri con noi cosa fare e dove andare per la Festa di San Giovanni!

I migliori percorsi trekking in Toscana

La primavera e l’estate portano con loro la voglia di camminare e riscoprire il rapporto con la natura. Scopri con noi quali sono i migliori percorsi trekking in Toscana!