Blog

I biscotti quaresimali, biscotti toscani per eccellenza

Biscotti quaresimali toscani di Villa Campestri Olive Oil Resort

Prima di Pasqua nei forni e nelle pasticcerie toscane si trovano dei biscotti a forma di lettera color cacao. Se siete in questo periodo nel Mugello o in una altra zona della Toscanaè difficile non essere incuriositi e attratti da questi famosi biscotti toscani: i quaresimali!

Un nome esplicativo

I quaresimali si trovano nel periodo della quaresima, ovvero come spiega la liturgia cattolica il periodo di penitenza, in preparazione alla Pasqua, di quaranta giorni che va dal mercoledì delle Ceneri al sabato Santo.

Osservare la Quaresima vuol dire seguire il precetto dell’astinenza e del digiuno per onorare i giorni passati da Gesù nel deserto.

Biscotti dall’antica leggenda

Si narra che nel XIX secolo delle monache in un convento tra Prato e Firenze nei giorni della Quaresima non volessero fare a meno di mangiare qualcosa di dolce e inventarono la ricetta dei biscotti quaresimali.

Ci sono due dettagli che rendono questi biscotti inconfondibili:

1) l’assenza di grassi animali. I biscotti quaresimali sono infatti senza burro, ovvero senza grasso animale, per onorare il digiuno di Gesù nei suoi giorni nel deserto.

2) La forma inconfondibile e lettera dell’alfabeto. Le lettere dell’alfabeto ricordano la parola del Vangelo.

La ricetta dei biscotti quaresimali

In rispetto ai precetti della Quaresima e alle tradizioni toscane questi biscotti hanno pochi ingredienti.

In una preparazione per una 6 persone vi occorrono i seguenti ingredienti:

  • 150 gr di farina 00
  • 3 albumi
  • 170 gr di zucchero a velo
  • 30 grammi di cacao amaro
  • una scorza di arancia biologica grattugiata
  • una presa di sale

La preparazione è semplice e non occorrono macchinari particolari:

1) montare in una ciotolina gli albumi a neve con un pizzico di sale.

2) In un’altra ciotolina unire gli altri ingredienti ( farina, zucchero, cacao) e grattugiare la scorza d’arancia ricordandosi di lavarla e asciugarla bene.

3) Lentamente unite gli albumi montati agli altri ingredienti facendo attenzione a mantenere la spumosità delle chiare.

4) Con una sacca da pasticciere a beccuccio grande (la sac à pohe) create le vostre lettere su una teglia da forno.

5) Infornare per 15 minuti a forno caldo a 150 gradi.

Questi biscotti sono perfetti per chi segue una dieta povera di zuccheri e senza lattosio in quanto è una delle poche ricette di un dolce senza burro o olio o tuorli d’uova.

Alcuni accorgimenti per una ricetta ancora più speciale

I quaresimali toscani si riconoscono perché sono lucidi sopra e ruvidi sotto, molto leggeri da digerire e friabili al gusto. Tuttavia non sono gli unici dolci del periodo della quaresima in Italia, infatti al Nord aggiungono le nocciole e al Sud invece la pasta di mandorle.

Riconoscere i quaresimali fatti in casa è molto semplice: basta guardare alla forma delle lettere. La forma, anche se fatta da mano esperta, non potrà mai essere perfetta.

Le lettere un po’ sgraziate sono, in questo caso, simbolo di autenticità.

Vieni a Villa Campestri per gustare i biscotti quaresimali

A Villa Campestri, come in tutta la Toscana, in questo periodo non manchiamo di fare merenda anche noi con questi gustosi e genuini biscotti quaresimali nell’attesa di una serena Pasqua per tutti! A presto!

Quick Booking


  • Data di Arrivo:

  • Notti:

  • Camere:

  • Adulti:

  • Bambini:

Calcio Fiorentino, lo sport di Firenze

Sembra incredibile ma ogni città in Toscana ha la propria tradizione sportiva spesso in concomitanza con il Santo patrono della città. A Firenze infatti il giorno di San Giovanni Battista, Santo patrono della città si celebra la partita finale del Calcio storico.

Ricciarelli, il dolce senese per eccellenza senza glutine e senza latte!

Quando si pensa alla buonissima cucina tradizionale Toscana non si immagina che esistono anche delle ricette addirittura senza glutine e senza latte. Oggi giorni le intolleranze sono sempre più diffuse e di conseguenza il mercato crea alimenti appositamente privati di glutine e latte ma ci sono alcuni dolci che già lo sono da tradizione come […]

Una breve guida alle mura più belle della Toscana

La Toscana, come del resto tutta l’Italia, fino all’Unità è stata divisa in più regni ognuno indipendente dall’altro e ognuno pronto a difendersi. A ricordo dei tempi di divisione e lunghe lotte rimangono meravigliosi borghi e città fortificate con le loro alte mura sparsi per tutta la Toscana.

Pedalare porta molti benefici, specialmente se lo fai nel Mugello

Studi scientifici hanno dimostrato che pedalare porta benefici di più tipi alla salute delle persone dai miglioramenti fisici a quelli mentali. Pedalare in un ambiente stimolante, denso di cultura e paesaggi mozzafiato, rende questa esperienza ancora più soddisfacente. Per questo andare in bicicletta nel Mugello è veramente un’esperienza da non perdere!

I glicini della Toscana

Il glicine è una pianta talmente affascinante che spopola anche sui social, ad aprile e maggio, i mesi di eccellenza per la fioritura si trovano cosí tante foto di glicine che l’hashtag: #wisteriamania diventa di tendenza su Instagram. In Toscana si trovano dei meravigliosi glicini fioriti che sembrano delle cartoline senza tempo!

Il gelato nasce a Firenze?

Il gelato, specialmente appena arriva la bella stagione, è la merenda preferita da bambini e adulti. Uscire per andare a mangiare un gelato puó invogliare anche i più sofferenti al caldo. Si narra che il gelato sia proprio nato qui a Firenze, sarà vero? Scopriamolo insieme!

La via degli Dei e il Mugello

Tutta l’Europa è cosparsa di vie antiche che tutt’ora si possono percorrere e che ultimamente stanno attraendo sempre più turisti. Basti pensare che negli anni il cammino di Santiago di Compostela è diventato così conosciuto che addirittura ci hanno girato vari film. In Italia c’è un percorso meno battuto e bellissimo che vi consigliamo di […]

Panno casentino, simbolo di eleganza e toscanità

La primavera è per eccellenza una mezza stagione dove si alternano giornate di pioggia e giornate di sole, perfette per prendersi un raffreddore e non sapere mai come vestirsi per essere eleganti ma pratici. Esiste un panno prodotto in Toscana, per la precisione in Casentino, che risolve ogni problema: il panno casetino!