Blog

Ragù di cinghiale: la ricetta toscana per eccellenza

In Italia il cibo è culto e, a seconda della regione, i piatti tradizionali possono variare, dai tipici piatti di pasta, come tagliatelle lasagne e gnocchi, a specialità quali formaggi e dolci fino ad arrivare alla famigerata ricetta toscana del ragù di cinghiale.

Dalla selvaggina alla tavola: la caccia al cinghiale in Toscana

La caccia al cinghiale trova le sue antiche origini in Toscana affermandosi un po’ come la regina delle regioni italiane, nomea data anche dai suoi migliori maestri in questo campo.

La caccia in battuta inizia un paio d’ore dopo l’albeggiare del sole.

Dopodiché ci sarà la scelta del territorio di caccia tramite l’individuazione delle zone di pastura che variano a seconda degli spostamenti che i cinghiali fanno, in base alle loro esigenze alimentari.

In seguito si procede al sorteggio delle poste collocate in corrispondenza dei “trattoi” ovvero le vie di transito dei cinghiali.

Una volta scelte le poste entreranno in gioco i cani che insieme ai propri conduttori provvederanno a scovare i cinghiali.

Una partita di abilità e astuzia tra uomo e animale.

Proprietà nutrizionali carne di cinghiale

La carne di cinghiale offre benefici salutari in quanto ricca di vitamine e minerali.

Mediamente per 100 grammi di carne di cinghiale riscontriamo questi valori nutritivi:

  • 72 g di acqua
  • 21,5 g di proteine
  • 3,3 g di lipidi
  • 318 mg di potassio
  • 202 mg di fosforo
  • 85 mg di colesterolo
  • 23 mg di magnesio
  • 51 mg di sodio
  • 5 mg di calcio
  • 3,4 mg di ferro
  • 6,3 mg di niacina (vitamina B3)
  • 0,4 mg di riboflavina (vitamina B2)
  • 0.2 mg di vitamina E
  • 0.2 mg di tiamina (vitamina B1)

Istruzioni ricetta toscana Ragù di Cinghiale

Durante la stagione invernale non c’è niente di meglio di un piatto fumante di pasta fresca fatta con il ragù di cinghiale per deliziare ogni palato.

Il cinghiale fa parte della tradizione e della nostra storia toscana, per questo vogliamo condividere con voi la ricetta su come realizzare il ragù di cinghiale, un’ottima idea per rendere la vostra tavola un po’ più Toscana.

Ingredienti per una ricetta gustosa:

  • 1 kg di cinghiale, tagliare il grasso in eccesso e tagliare a cubetti.
  • 1 1/2 cipolla (rosso) tritata
  • 2 tazze di vino rosso
  • Rosmarino fresco
  • 2 carote tritate
  • 3 foglie di alloro
  • 1 gambo di sedano tritato
  • 1 peperoncino
  • 2 spicchi
  • Olio extra-vergine di oliva (Olio di Cosim
  • 450 – 800 grammi di pomodori varietà roma
  • Origano, basilico e salvia (essiccato)
  • Sale e pepe

Procedimento:

Marinare il cinghiale nel vino rosso e spezie fresche poche ore prima della preparazione o meglio il giorno prima in frigo; aggiungete anche bacche di ginepro, se ne avete.

Per fare il ragù, mettete circa tre cucchiai d’Olio in una pentola capiente e quindi aggiungete la cipolla e fate soffriggere. Quindi aggiungere le carote, sedano, alloro per 5-8 minuti. Aggiungete il cinghiale alla pentola, prima di aggiungere il vino rosso e i pomodori. Aggiungete un pizzico di sale e pepe in grani, i chiodi di garofano e il peperoncino (facoltativo). Fate bollire a fuoco lento per 4 ore.

Si consiglia di condire con il ragù pasta fresca, come ad esempio i tortelli di patate altrimenti pappardelle o tagliatelle.

Vi aspettiamo in Toscana per assaggiare il Ragù di Cinghiale

Se siete amanti dellericette a base di cacciagionenon potete non assaggiare la ricetta tradizionale del Ragù di Cinghiale realizzata dal nostro Chef, vi aspettiamo a Villa Campestri Olive Oil Resort!

Quick Booking


  • Data di Arrivo:

  • Notti:

  • Camere:

  • Adulti:

  • Bambini:

La famiglia Medici e il Mugello

Il territorio del Mugello è denso di tradizioni e storia ed è fortemente legato allo sviluppo della famiglia Medici. Ancora oggi è possibile immaginare il forte impatto di questa dinastia sul territorio visitando leVille a loro appartenute. Scopri con noi questa storica famiglia!

Pici, una ricetta veramente Toscana

Un piatto di spaghetti mette d’accordo grandi e piccini, risolve qualunque indecisioni sul menù famigliare ed è sempre una buona scelta al ristorante! Se vi dicessimo che esiste un tipo di pasta puramente Toscana che è ancora più buona? I pici!

Una giornata al Lago Viola del Mugello

A soli 5 km da Villa Campestri è situato, tra la poderosa fauna verde e le colline di Vicchio, un grazioso e incantevole laghetto artificiale: Il Lago Viola, realtà conosciuta e apprezzata nel Mugello, e non solo, per via della famosa attività di pesca sportiva, per il rinomato ristorante Lago Viola e per il relax […]

Gli imperdibili 5 di Firenze

Gli abitanti di Firenze sono molto orgogliosi delle loro origini e di provenire da una città così ricca di storia, bellezza e arte. Un fiorentino riuscirebbe ad elencare solo 5 imperdibili opere d’arte da vedere in città? Ci proviamo in questo articolo!

Camminare nella campagna toscana fa bene

Vi è mai capitato di cercare musica rilassante per prendere sonno o per leggere un libro? Spesso la playlist che troverete riproduce i rumori piacevoli della campagna, con un po’ di vento che muove le foglie, uccellini e quella sensazione di pace diffusa che si prova camminando nella natura. Ecco tutto questo lo puoi provare […]

Periodo di raccolta delle olive in Toscana: tutto quello che c’è da sapere

La raccolta delle olive è un procedimento molto delicato ai fini del raggiungimento di un olio extra vergine di alto livello. Per questo motivo Villa Campestri Olive Oil Resortadotta il miglior metodo e sfrutta l’idealeperiodo di raccolta delle olive in Toscana. Scopri di più su questo affascinante mondo!

La vita è troppo breve per non bere Chianti Classico

Spesso quando pensiamo alla Toscana e alle sue tradizioni, ci vengono in mente le ottime bottiglie di Chianti Classico, simboleggiate dal Gallo Nero. Come mai questo vino ha un gallo nero come simbolo e cosa vuol dire veramente Chianti Classico? Scoprilo con noi!

Castagnaccio, il dolce giusto per l’autunno in Mugello

Ogni stagione ha il suo dolce e ogni zona d’Italia i suoi ingredienti locali. I meravigliosi boschi colorati di rosso, arancione e giallo del Mugello in autunno sono ricchi di castagne, infatti il dolce tipico di queste giornate di autunno è proprio il castagnaccio.