Blog

Palazzo Pitti e l’Arte fiorentina

Palazzo Pitti e l'Arte fiorentina di Villa Campestri

Firenze è famosa in tutto il mondo per essere la “culla del Rinascimento”. Da secoli la sua bellezza e il suo patrimonio artistico meravigliano turisti e viaggiatori.

Tra i grandi palazzi presenti in città uno su tutti è davvero esemplare: Palazzo Pitti.

Palazzo Pitti a Firenze attraverso i secoli

Questo enorme palazzo è tra i più grandi esempi architettonici di Firenze.

In origine il palazzo fu costruito dalla famiglia Pitti nel 1457 su disegno di Filippo Brunelleschi e realizzato dal suo allievo Luca Fancelli.

La costruzione originale di Palazzo Pitti prevedeva soltanto la parte centrale dell’edificio attuale, composto dalle 7 finestre centrali al primo piano. Nel 1549 il palazzo fu venduto ai Medici divenendo la residenza della famiglia granducale.

Nel 1560 Bartolommeo Ammannati progettò e realizzò l’ampio e sfarzoso cortile ed aggiunse le due ali laterali. In seguito Cosimo II de’ Medici fece ampliare e aprire il piazzale antistante.

Il palazzo si affaccia sul famoso Giardino di Boboli dove l’Ammannati realizzò la grotta con decorazioni fantastiche e giochi d’acqua.

Visitare Palazzo Pitti significa ripercorrere lo sfarzo e lo splendore di un’epoca lontana.

Palazzo Pitti e il Giardino di Boboli

Palazzo Pitti è situato sulle pendici della collina su cui si trova il Giardino di Boboli.

Il Giardino di Boboli è un parco storico di Firenze ed è connesso sia con Palazzo Pitti che col Forte di Belvedere.

Il giardino è uno dei più importanti esempi al mondo di giardino all’italiana ed è un vero e proprio museo all’aperto, per l’impostazione architettonico-paesaggistica e per la collezione di sculture che vanno dalle antichità romane al XVI e XVII secolo e qualcuna anche moderna.

Palazzo Pitti: orari e musei

Al suo interno Palazzo Pitti accoglie vari musei, tra cui:

La Galleria Palatina, pinacoteca con più di 500 dipinti di Sanzio, Rubens, Tintoretto, Tiziano, ecc;
La Galleria d’Arte Moderna, che accoglie pittori italiani dal Settecento al Novecento;
Il Museo degli Argenti, che possiede una raccolta di oggetti preziosi appartenuta ai Medici;
La Galleria del Costume, museo italiano della moda.

Nel Padiglione della Meridiana si può ammirare la Collezione Contini Bonacossi con opere di Duccio da Boninsegna e Goya.

Il Museo delle porcellane, invece, rimane all’interno del Giardino dei Boboli, dietro Palazzo Pitti.
I musei di Palazzo Pitti sono visitabili nei seguenti orari di apertura:
Da martedì a domenica, ore 8.15-18.50
Chiusura: tutti i lunedì; 1 gennaio, 1 maggio e 25 dicembre

Dove comprare i biglietti per Palazzo Pitti

Per visitare i musei di Palazzo Pitti è possibile acquistare i biglietti direttamente all’ingresso delle relative strutture.

A volte però la coda in biglietteria è molto lunga, per questo vi segnaliamo che i biglietti per Palazzo Pitti sono acquistabili anche online all’indirizzo www.b-ticket.com/b-ticket/uffizi

E’ possibile prenotare il biglietto e l’orario di ingresso telefonando a Firenze Musei: Tel. (+39) 055294883

Visitare Palazzo Pitti è un’esperienza davvero unica.

Il Polo Museale Fiorentino e Palazzo Pitti sono facilmente raggiungibili da Villa Campestri Olive Oil Resort.

Vi aspettiamo quindi per darvi ulteriori consigli per rendere indimenticabile la vostra visita a Palazzo Pitti!

Quick Booking


  • Data di Arrivo:

  • Notti:

  • Camere:

  • Adulti:

  • Bambini:

I biscotti quaresimali, biscotti toscani per eccellenza

Prima di Pasqua nei forni e nelle pasticcerie toscane si trovano dei biscotti a forma di lettera color cacao. Se siete in questo periodo nel Mugello o in una altra zona della Toscanaè difficile non essere incuriositi e attratti da questi famosi biscotti toscani: i quaresimali!

Lo scoppio del carro, una tradizione tutta fiorentina

A Firenze teniamo molto alle nostre tradizioni, specialmente quelle più antiche e particolari. E se vi dicessimo che per Pasqua facciamo volare una colombina con 4 razzi su una corda lunga 150 metri che parte proprio dall’altare della nostra chiesa più importante e fa scoppiare un carro? Leggete il nostro articolo per scoprire la tradizione […]

La bistecca alla fiorentina

Ogni visitatore curioso si trova ad assaggiare il cibo del luogo che visita. Bisogna ammettere che in Toscana ogni turista sarà certamente fortunato perché tra vini pregiati, ottimi formaggi, prezioso olio extra vergine d’oliva ogni palato viene soddisfatto. La pietanza che mette d’accordo tutti e che non si può scordare di assaggiare se vi trovate […]

I parchi fiorentini da visitare in primavera

Finalmente è arrivata la tanto attesa primavera e la voglia di uscire dalle nostre case per assaporare l’aria fresca e vedere i fiori iniziare a sbocciare! Firenze è una città verde che presenta molti parchi da visitare in primavera!

5 modi di usare l’olio extra vergine di oliva in cucina

In Toscana sono molto orgogliosi dei nostri enogastronomici ma, tra tutti, il Re è sicuramente l’olio extra vergine di oliva. Se sfogliate un libro di cucina mediterranea troverete l’olio extra vergine di oliva come ingrediente sia per piatti crudi che cotti, in cucina ci sono molti modi usare l’Evo.

La proposta di Matrimonio in Toscana

Siamo così abituati ai film hollywoodiani e alle proposte di Matrimonio in grande che forse quando arriva il nostro momento siamo un po’ in difficoltà. Le proposte possono avere vari stili da quella più intima a quella tradizionale e sono tutte ovviamente molto emozionanti! Scegliere le parole è sicuramente importante ma se scegli bene anche […]

L’inverno in Toscana è più dolce con una fetta di torta

Ogni stagione ha le sue tradizioni. D’estate si va al mare, d’autunno si torna a scuola e si fanno buoni proposti, in primavera ci si sente rinascere e d’inverno? A tante persone non piacciono le giornate invernali perché sono fredde, ma in Toscana siamo molto fortunati e le giornate da guanti e cappello sono molto […]

La cioccolata fiorentina, un segreto di Stato!

Firenze è una città famosa in tutto il mondo per i suoi musei e le incredibili opere d’arte in essi custodite. Ma non solo l’arte, infatti, la cucina Toscana è altrettanto famosa e non tutti sanno che per moltissimi anni era la cioccolata fiorentina l’alimento più ricercato. Incredibile ma vero per anni la ricetta della […]