Blog

Pane Toscano Storia e Tradizioni

Il pane toscano con Villa Campestri Olive Oil Resort

Il pane toscano è una specie di marchio di fabbrica da sempre: basterebbe assaggiarne un pezzo per capire che si è arrivati in Toscana.

Infatti la storia del pane sciocco, ovvero senza sale, risale alla notte dei tempi: già in documenti di epoca romana, tra cui meritano essere ricordati gli scritti di Tito Livio, si parla della Toscana e della sua produzione di pane e di frumento.

Oramai, dopo così tanti secoli, il pane sciocco è diventato sinonimo stesso di questa regione e le leggende sulla sua nascita non si contano più. Vediamo qui di seguito di capire qualcosa in più sul pane toscano e la sua storia.

La nascita del pane sciocco: tra mito e realtà

Secondo la tradizione tutto sarebbe nato, tanto per cambiare, da una disputa tra pisani e fiorentini, nel dodicesimo secolo.

Quello che è certo è che già nel diciassettesimo canto del paradiso della Divina Commedia, Dante fa riferimento al pane sciocco.

Infatti messer Cacciaguida, trisavolo di Dante stesso, profetizza al Sommo Poeta un futuro esilio in cui egli sarà costretto a mangiare il pane con il sale.

«Tu proverai sì come sa di sale

lo pane altrui, e come è duro calle

lo scendere e ‘l salir per l’altrui scale.»

Per quanto riguarda i documenti storici la produzione di pane senza sale viene accertata già nel Cinquecento da uno scritto di Pierandrea Mattioli.

Nel 1765 Saverio Manetti descrive la preparazione del pane toscano soffermandosi sull’assenza di sale, sull’uso del lievito naturale, chiamato “formento”, con pasta inacidita che veniva mantenuta nelle madie in mezzo alla farina.

Il pane è stato sempre centrale nella vita di tutti i ceti sociali e la lavorazione dello stesso ha seguito scrupolosamente la tradizione, attraverso i secoli.

Si dice che la mancanza di sale non sia stata una scelta concettuale, ma piuttosto una conseguenza dell’alto prezzo del sale che doveva essere destinato alla conservazione della carne.

In ogni casa colonica, al tempo, si potevano trovare entrambi gli elementi principali della produzione: il forno a legna per la cottura e la madia.

Il Pane tra Tradizione e Modernità

In Toscana la tradizione è legge e la produzione del pane non fa eccezione: la lavorazione di questo alimento fondamentale è infatti arrivata ai nostri giorni senza sostanziali variazioni.

Il pane toscano che possiamo assaggiare oggi è lo stesso di quello che veniva mangiato da Dante Alighieri e dal Boccaccio e che vediamo raffigurato in molte miniature medievali.

La produzione infatti ha mantenuto tutte le sue caratteristiche originali grazie alla centralità che il pane ha sempre avuto nella vita contadina.

Le proprietà benefiche, più o meno realistiche, che vengono riconosciute a questo tipo di pane sono davvero tantissime, tanto che visitando la Toscana non è raro ascoltare un motto che recita: “pane di buon grano tiene il medico lontano“.

Ancora oggi quindi il pane toscano ha una crosta chiaroscura e la mollica compatta, friabile e porosa.

Il sapore è ovviamente insipido e si dimostra ideale per accompagnare i salumi.

Nel 2016, il pane toscano ha ottenuto il riconoscimento DOP, con la direttiva europea 2016/58/UE, pubblicata sulla Gazzetta ufficiale della Unione europea il 4 marzo.

Vieni nel Mugello per Gustare il Pane Toscano

Se ami la buona cucina locale e vuoi gustare tutta la fragranza del pane toscano senza sale ti aspettiamo a Villa Campestri Olive Oil Resort!

Quick Booking snippet


  • Data di Arrivo:

  • Notti:

  • Camere:

  • Adulti:

  • Bambini:

Idee per Vacanze Estive in Toscana

La Toscana in estate offre moltissimi spunti per andare incontro a vacanze meravigliose. Proprio come in tutte le altre stagioni, a dire il vero. Tradizioni, eventi, paesaggi e attività all’aperto sono solo alcune delle attrattive di questa meravigliosa terra. La campagna, le acque cristalline del Mar Tirreno, i musei, i boschi, i laghi; sono solo […]

Le migliori battute toscane

L’ironia e l’umorismo tipici dei toscani sono riconosciuti in tutto il Paese, e forse anche oltre i confini. In parte dovuti proprio alle caratteristiche della parlata dialettale tipica e in parte per i particolari detti che circolano proprio nei territori della Toscana. Ecco quindi una breve raccolta di modi di dire e battute toscane che […]

Attività nelle vicinanze di Firenze

La Toscana è una regione meravigliosa, piena di attrattive naturali e eventi da non perdere, in ogni stagione, per tutti i tipi di turismo: culturale, enogastronomico, di semplice relax, sportivo, ecologico. Se avete deciso di fare base a Firenze e, poi, pianificare le attività giorno per giorno non avete che da scegliere. Naturalmente, il capoluogo […]

Visitare Arezzo e dintorni

Arezzo è una città molto antica, nata nelle epoche storiche precedenti l’insediamento degli Etruschi. Quando i Romani la conquistarono trovarono già una forte identità locale e la usarono per trasformarla in una capitale militare e commerciale. Fu il centro della espansione dell’impero e da allora la sua importanza non è mai venuta meno. I suoi […]

Cantine da visitare Montepulciano

Montepulciano è una città nobile, incastonata tra la Val d’Orcia e la Val di Chiana, una meta assolutamente incredibile che affascina personaggi da tutto il mondo che si affrettano ad acquistare case e terreni proprio qui. Il suo borgo medievale avvolge i visitatori in un’atmosfera unica, il cibo prelibato tipico della zona rende allegro anche […]

Ferragosto nel Mugello, cosa fare

La valle del Mugello è una delle zone più interessanti e belle di tutta Italia: si è avvolti in una natura incontaminata che ha dato ispirazione ad alcuni tra i migliori artisti di tutti i tempi. Qui la storia, la tradizione e la cultura sono fuse in un tutt’uno che riporta immediatamente ogni visitatore in […]

Escursioni sulla Calvana di Prato

La Calvana è una catena montuosa dell’appennino tosco-emiliano caratterizzato da rilievi con altezze comprese tra i 700 e i 916 metri. La catena è lunga circa 15 chilometri e si estende dalla piana pratese fino alla valle del Mugello.  Il massiccio calcareo offre agli amanti delle camminate in montagna, diversi strade dove potersi cimentare con le proprie […]

Dialetto toscano, storia e curiosità

Sappiamo che molti scrittori andarono a “sciacquare i panni in Arno”, soprattutto durante il Risorgimento, per dare a tutta Italia il dialetto parlato da Dante, Petrarca, Boccaccio e colleghi. Base della lingua italiana, il dialetto toscano può essere ancora considerato un dialetto? E quali sono le curiosità legate alla nostra lingua? Lo scopriremo in questo […]