Blog

Perché il Pane Toscano è senza sale?

Il pane toscano senza sale di Villa Campestri Olive Oil Resort

Il pane in tutta Italia è un alimento fondamentale, sempre presente sulla tavola a pranzo e cena.

Ma ogni regione ha le sue specialità, scopri assieme a noi le caratteristiche del pane toscano e perché è senza sale.

La tradizione del pane in Italia

Le varie tipologie e forme del pane veicolano messaggi e significati culturali attraverso le loro forme, che possono essere svariate: geometriche, vegetali, floreali, antropomorfiche.

In Italia ogni regione ha una sua specifica tradizione nella produzione del pane, che differisce per tipologia e ingredienti.

I diversi tipi di pane vengono denominati in base al tipo di farina con cui sono fatti o

agli ingredienti aggiuntivi.

  • Pane di farina di grano tenero: È il “pane bianco”, il più diffuso e può assumere le più svariate forme. Può anche essere miscelato con altre farine di cereali e il pane prenderà semplicemente il nome di pane di segale, di avena, di riso, di granoturco ecc.
  • Pane di semola di grano duro: Dal colore tendente al giallo, come quello del mais, si conserva a lungo: è tipico delle regioni del sud.
  • Pane di semolato di grano duro: Anche questo tipo di pane si trova specialmente al sud. Il semolato di grano duro è utilizzato anche per confezionare ad esempio taralli e friselle.
  • Pane integrale: Il pane integrale è prodotto con farina ricca di crusca, proveniente dal rivestimento esterno del chicco di grano. È più scuro del pane bianco e ha un alto contenuto di fibre.
  • Pani speciali: È una categoria la cui classificazione si basa non sul tipo di farina utilizzata, ma sugli ingredienti che si aggiungono all’impasto base: gli elementi consentiti sono burro, olio di oliva, strutto, latte, fichi, olive, anice, origano, sesamo, malto e cumino.

Il Pane in Toscana

Quando ci si siede a tavola in un ristorante toscano, si potrebbe notare un cestino di pane nascondersi dietro le bottiglie di olio e aceto.

Esternamente croccante e morbido al suo interno, probabilmente la caratteristica più distintiva è il fatto che già al il primo morso ti rendi conto che il pane toscano è senza sale. In effetti in molti si sorprendono che il pane in Toscana sia insipido, caratteristica tipica di questa regione.

Secondo www.charmingitaly.com nel territorio toscano del Mugello (l’area dove sorge Villa Campestri Olive Oil Resort) “l’uomo di Neanderthal è stato il primo uomo moderno a fare la farina”. Ricercatori dell’Istituto Italiano di Preistoria e Protostoria, hanno trovato tracce di farina nella regione del Mugello, che risalgono a 30 mila anni fa.

Perché il Pane Toscano è senza sale?

Riguardo al motivo per cui il pane in Toscana è senza sale vi sono molte storie, ma la più popolare è che il sale era molto raro e costoso durante il Medioevo in Toscana, e così i toscani hanno scelto di andare senza sale per il loro pane quotidiano.

Ora, ci si potrebbe chiedere perché tutt’oggi il pane toscano sia fatto senza sale. La ragione è che in Toscana i piatti sono talmente ricchi di sapidità ed aromi che si accompagnano bene con un semplice pane privo di sale. Un pane meno salato consente di concentrarsi di più sui sapori del piatto, compresi quelli conditi con olio extravergine di oliva.

Ti aspettiamo in Toscana per assaggiare le nostre specialità gastronomiche

Ancora oggi uno dei nostri ‘snack’ preferiti è una fetta di pane toscano tostato e strofinato con aglio a crudo, poi inondato con il nostro olio d’oliva e un pizzico di sale. Piatto semplice, grande soddisfazione. Se anche tu vuoi assaggiare tutto il gusto della cucina toscana ti aspettiamo a Villa Campestri Olive Oil Resort!

Quick Booking


  • Data di Arrivo:

  • Notti:

  • Camere:

  • Adulti:

  • Bambini:

La Via del Latte nel Mugello

altTra i prodotti tipici più conosciuti del Mugello c’è sicuramente il latte: in queste terre infatti, le mucche vengono allevate in pascoli aperti, nutrite con foraggi di qualità, e questo permette di ottenere un latte buono e genuino.

Scopri San Piero a Sieve nel Mugello

Il Mugello è un territorio ricco di numerosi borghi medievali dall’incredibile fascino. Vieni con noi alla scoperta di San Piero a Sieve!

Foliage in Toscana: Scopri l’Autunno nei Boschi più Belli

Quando arriva l’autunno il bosco cambia colore e la natura crea spettacolari paesaggi in cui diventa magico immergersi. È il fenomeno del Foliage che in Toscana regala emozioni davvero uniche. Vivi il Foliage in Toscana e scopri l’autunno nei boschi più belli.

Perché il Pane Toscano è senza sale?

Il pane in tutta Italia è un alimento fondamentale, sempre presente sulla tavola a pranzo e cena. Ma ogni regione ha le sue specialità, scopri assieme a noi le caratteristiche del pane toscano e perché è senza sale.

Tortello di patate: da piatto povero a simbolo della cucina del Mugello

Il tortello di patate è un piatto che fa parte della tradizione culinaria del Mugello. Nato in principio come piatto povero oggi è una vera e propria specialità gastronomica relizzata in numerose varianti dagli chef toscani. Scopri con noi le caratteristiche del tortello di patate del Mugello!

Le Ricette di Villa Campestri: Sformato di cavolo nero su crema di cannellini

Le ricette di Villa Campestri sono facili da preparare e ispirate alla buona cucina toscana. Scopri con noi come prepare lo Sformato di cavolo nero su crema di cannellini!

Visitare il Mugello: cosa vedere e cosa fare

Il Mugello è una bellissima terra toscana in cui sorge Villa Campestri, una terra ricca di tradizioni, storia e natura. Vogliamo condurvi alla scoperta dei borghi più belli di questo territorio per visitare le chiese e le pievi assolutamente da non perdere. Ecco cosa vedere e cosa fare se vuoi visitare il Mugello!

Trippa e Lampredotto: Cosa Sono e Come Cucinarli

La Trippa e il Lampredotto sono due specialità culinarie italiane molto particolari in quanto provengono da frattaglie bovine. Entrambe fanno parte della tradizione gastronomica toscana ma a farla da padrone a Firenze è il Lampredotto, una vera e propria istituzione. Vediamo assieme cosa sono la Trippa e il Lampredotto e quali sono le migliori ricette […]