Blog

Pappa al Pomodoro Toscana: ecco come farla a casa

La Pappa al Pomodoro tipica di Villa Campestri Olive Oil Resort

Il pomodoro è uno dei alimenti simboli della cucina italiana. Re indiscusso per i sughi della pasta nell’immaginario collettivo, nonché immancabile per la pizza, trova posto in tanti piatti della tradizione. Uno di questi è lapappa l pomodoro, così nota da essere diventata titolo di una famosissima canzone degli anni 60. “Viva la pappa col pomodoro” cantava Rita Pavone nei panni di Gianburrasca, sottolineando come fosse un piatto amato da tutti in una Italia che era più povera di oggi.

In effetti gli ingredienti sono semplici e di basso costo. Come sempre, è la capacità del cuoco che riesce a trasformare cibi naturali in piatti da leccarsi i baffi. Bastano le giuste indicazioni, un po’ di pratica e qualche trucco, e saprete anche voi preparare a casa una ottima Pappa al Pomodoro.

L’origine della ricetta della Pappa al Pomodoro

La tradizione culinaria italiana raccoglie ricette a livello regionale e ogni area è molto orgogliosa della propria versione. In questo caso, possiamo identificare l’originale Pappa al Pomodoro in quella toscana, in particolare quella che si tramanda a Siena.

Per quanto il pomodoro sia un vegetale estivo, dato che matura sotto il caldo sole italiano, va bene per tutto l’anno. Anzi, è il modo per gustare il pomodoro anche nelle giornate fredde, quando è davvero un piacere mangiare qualcosa di caldo e i pomodori crudi sono un po’ meno gustosi rispetto a quelli di agosto.

Infatti l’ingrediente base è la salsa, che è il modo giusto per assicurarsi il gusto del pomodoro anche in inverno.

Il segreto per la migliore Pappa al Pomodoro

A tal proposito, ecco un segreto di cui tenere conto: per preparare in casa la Pappa al Pomodoro è fondamentale fare la passata home made; il piatto finale avrà tutto un altro sapore.

Partite da pomodori maturi, incideteli e gettali in acqua bollente per 1 minuto d’orologio.

Dopo aver eliminato i semi, passate i pomodori con il setaccio a mano (non con il frullatore) e raccogliete in un contenitore.

Può sembrare più comodo usare la passata già pronta in bottiglia ma vedrete che questo passaggio farà davvero la differenza.

Come fare la Pappa al Pomodoro Toscana

Ora che avete la base per la salsa, recuperate tutti gli altri ingredienti. Attenzione: è basilare anche la scelta del pane.

Naturalmente deve essere quello toscano, ma deve anche essere raffermo. Dato che è una ricetta povera e contadina, era il modo ideale per recuperare il pane vecchio, quando le pagnotte si facevano in casa e si consumavano fino alla fine.

Ecco quindi gli ingredienti per realizzare la pappa al pomodoro (per 4 persone):

  • 800 grammi di passata fatta in casa
  • 1 litro di brodo vegetale
  • 300 grammi di pane toscano raffermo
  • 2 spicchi di aglio
  • Sale – zucchero – pepe – olio extravergine di oliva

Tagliate il pane a fette e fatelo tostare in forno nel caldo per pochi minuti.

Poi strofinate le fette con gli spicchi di aglio e adagiatele sul fondo di una casseruola dai bordi alti.

Versateci sopra il brodo vegetale e la passata di pomodoro, e ponete tutto sui fornelli. Proseguite la cottura a fuoco basso per almeno 45 minuti.

Dove mangiare la pappa al pomodoro a Firenze

Tante sono le pietanze tipiche della regione Toscana; tra queste, un posto particolare è occupato dalla pappa al pomodoro, un piatto considerato povero, ma davvero buonissimo.

Nata come “salva pane”, al fine cioè di evitare che le pagnotte indurite venissero buttate, la pappa al pomodoro è davvero facile e veloce da preparare anche in casa, grazie soprattutto ai pochi e semplici ingredienti di cui è composta (pane, pomodori, olio e aromi).

Gli amanti di questo piatto tradizionale, tuttavia, non possono esimersi dall’assaggiare quello preparato all’interno di un locale toscano, nel rispetto della tradizione e della bontà.

Vediamo dunque subito qui di seguito quali sono i ristoranti e le osterie migliori dove gustare la pappa al pomodoro, concentrandoci in particolare su quelli collocati nel capoluogo della regione, ovvero Firenze.

Il Borro Tuscan Bistrot

Iniziamo con un ristorante raffinatissimo, che si affaccia sull’Arno e all’interno del quale si prepara una pappa al pomodoro di altissima qualità, grazie alla ricerca dei migliori esemplari di pomodori (qui viene usato tendenzialmente la varietà del costoluto fiorentino) raccolti al punto giusto, ai quali viene aggiunto l’altro protagonista del piatto, ovvero il pane raffermo, privato della crosta affinché la pappa non si carichi di un’eccessiva dose di amido, che la renderebbe stopposa. Completa l’opera un filo di olio e qualche foglia di basilico fresco.

Il Santo Bevitore

Per questo ristorante situato vicino a Palazzo Pitti, la pappa al pomodoro rappresenta il punto di incontro del menù tra il classicismo e la modernità propria di altre portate. Secondo lo chef che qui lavora, Luca Marin, il pane utilizzato è quello fatto “in casa” grazie al forno situato poco distante dal locale, mentre i pomodori sono sia freschi che in latta; non può poi mai mancare una buona dose di olio e basilico. Ma a parte gli ottimi ingredienti, l’elemento fondamentale per realizzare una pappa al pomodoro che si rispetti è secondo lo chef la passione per il piatto stesso, il quale può e deve essere cucinato unicamente con calma e amore.

Osteria Antica Mescita San Niccolò

Nel cuore di Firenze sorge questa antica osteria che si presenta molto tranquilla, in quanto in linea di massima non è presa d’assalto dai turisti. Anche qui è possibile gustare una pappa al pomodoro di prima categoria, realizzata per mezzo di pane poco salato al quale viene rimosso la maggior parte dell’amido grazie ad una lunga conservazione all’interno di un forno poco riscaldato.

Osteria Pepo

Chiudiamo il cerchio con un’altra osteria, anch’essa situata in centro Firenze, anch’essa avente come piatto forte la sempiterna pappa al pomodoro, che qui viene cucinata utilizzando il tradizionale pane toscano, quello che generalmente fa storcere il naso a chi non ne è abituato, in quanto privo totalmente di sale. Ad esso vengono aggiunti i tradizionali pomodori, che possono essere freschi oppure pelati, ma sempre di prima qualità, oltre a olio, basilico, brodo vegetale e un po’ di porro, che dona a questo piatto un sapore e un profumo totalmente unici.

Vieni a Firenze ad assaggiare la Pappa al Pomodoro

Se sei curioso e vuoi assaggiare la Pappa al Pomodoro ti aspettiamo a Villa Campestri Olive Oil Resort per un soggiorno di relax nella bella campagna toscana a pochi chilometri da Firenze.

Quick Booking snippet


  • Data di Arrivo:

  • Notti:

  • Camere:

  • Adulti:

  • Bambini:

Guida ai Siti UNESCO in Toscana

La Toscana, regione italiana nota per la sua ricchezza culturale e storica, ospita numerosi siti riconosciuti dall’UNESCO come Patrimonio dell’Umanità. Questi siti rappresentano non solo la bellezza architettonica e artistica della regione, ma anche la sua importante eredità storica.

Guida alla Cucina Italiana

La cucina italiana, celebrata in tutto il mondo, è un mosaico di sapori e tradizioni. Dalle colline ondulate della Toscana alle strade vivaci di Napoli, ogni regione contribuisce con la sua essenza unica a ciò che riconosciamo come cucina italiana. Questo viaggio culinario esplora come storia, cultura e diversità regionale hanno plasmato la rinomata gastronomia […]

Guida alla Degustazione di Vini in Toscana

La Toscana è rinomata a livello mondiale per la sua ricca tradizione vinicola, un patrimonio che affonda le radici in secoli di storia e cultura. In questo guida dettagliata che è come un vero e proprio viaggio enologico, scopriremo non solo i vini pregiati della regione, ma anche le tradizioni e i paesaggi che rendono […]

Vigneti Toscani da Visitare

Nel cuore dell’Italia, la Toscana è una delle regioni più emblematiche per la produzione di vino. Famosa per il suo paesaggio caratterizzato da dolci colline, cipressi e pittoreschi borghi, questa regione è anche un paradiso per gli amanti del vino. I vigneti toscani, nutriti da un terreno fertile e un clima ideale, danno vita a […]

Escursioni a Cavallo Mugello

Nella regione del Mugello, è possibile svolgere escursioni a cavallo, grazie alla buona percorribilità di molti sentieri del SO.F.T. (Sistema Orizzontale di Formazione Turistica), che permette di visitare i luoghi più belli e nascosti dell’area. È possibile prenotare escursioni di una sola giornata o anche per chi vuole provare l’esperienza di esplorare il Mugello a […]

Pesca Sportiva in Toscana

La pesca sportiva in Toscana offre una vasta gamma di opportunità grazie alla ricchezza di acque interne e costiere della regione. In particolare, la provincia di Pistoia, con il lago Nievole a Serravalle Pistoiese, è rinomata per la pesca alla trota e altri pesci come carpa, amur, tinca e storione, con la regola del catch […]

Dove mangiare la Chianina in Val di Chiana

In Val di Chiana, per gustare una autentica bistecca di Chianina, ci sono diverse opzioni di ristoranti rinomati: 1. Ristorante Casa Cecco: Offre la possibilità di assaporare una bistecca di Chianina in un casale risalente al 1600. 2. Agriturismo di Trequanda: Qui la carne Chianina, allevata nei pascoli locali e lavorata dalla macelleria di fiducia […]

Artisti del 400: i più famosi italiani e fiorentini

Il Quattrocento italiano è stato un periodo di straordinaria effervescenza artistica che ha dato i natali a numerosi artisti di fama mondiale. Tra questi, alcuni dei più influenti sono stati: Andrea Mantegna (1431–1506): Pittore e incisore padovano, famoso per i suoi affreschi nella Camera degli Sposi a Mantova. Giovanni Bellini (1430–1516): Pittore veneziano, conosciuto per […]