Blog

Appunti di Architettura: l’inconfondibile stile rinascimentale

Il viaggio nello stile rinascimentale dell'architettura con Villa Campestri Oil Resort

All’inizio del Quattrocento Firenze divenne la città più potente della Toscana e una delle più ricche e importanti d’Europa. Fu allora che in tutte le arti, compreso l’architettura, nacque l’inconfondibile stile rinascimentale.

Lo stile rinascimentale in architettura

L’architettura del Rinascimento ebbe origine agli inizi del Quattrocento a Firenze, principalmente grazie all’operato di alcuni artisti e intellettuali come Filippo Brunelleschi e Leon Battista Alberti.

Fra i fattori politici e culturali che influenzarono questo nuovo indirizzo delle arti vi furono senz’altro l’affermazione delle signorie e lo sviluppo dell’Umanesimo, con il conseguente gusto antiquario e filologico, che in architettura si traduce nello studio delle belle forme degli edifici antichi, cioè romani.

Benché il movimento sia temporalmente ben definito, al suo interno è possibile individuare diversi momenti stilistici, che la critica identifica nel “primo Rinascimento”, appartenente al XV secolo, nel “Rinascimento classico” e nel Manierismo, questi ultimi entrambi coincidenti col Cinquecento.

I protagonisti dell’architettura rinascimentale

Filippo Brunelleschi

Filippo Brunelleschi (1377-1446) è stato da sempre considerato il “padre del Rinascimento”. Brunelleschi aveva iniziato la sua carriera come scultore e difatti partecipò al concorso del 1401 per la seconda porta del Battistero di Firenze: un evento che segnò l’inizio dell’avventura rinascimentale. In seguito, decise di trasferirsi a Roma per studiare l’architettura antica con l’intento di scoprire i segreti dell’arte classica.

Nel 1419, Brunelleschi progettò il primo orfanotrofio d’Europa, l’Ospedale degli Innocenti. L’edificio si affaccia su Piazza della Santissima Annunziata, con il suo elegantissimo portico a colonne.

Nel 1420, Giovanni dei Medici incaricò Brunelleschi di progettare una cappella funebre per la sua famiglia, nella Basilica paleocristiana di San Lorenzo.

Con il Portico degli Innocenti e la Sagrestia Vecchia, Brunelleschi compì una delle più grandi rivoluzioni della storia culturale d’Occidente. Inoltre, fu il primo a creare una nuova figura professionale di architetto: non più un consulente specializzato fra tanti artigiani ma un vero e proprio professionista intellettuale responsabile dell’intero processo esecutivo, che includeva la realizzazione dei particolari.

Leon Battista Alberti

Leon Battista Alberti (1404-1472) fu una delle più importanti figure di architetto intellettuale del Rinascimento. Egli fu uomo dalla cultura sconfinata, capace di passare, senza sforzo apparente, dagli studi letterari a quelli filosofici o a quelli filologici e artistici.

Ebbe il grandissimo merito di elaborare una solida teoria della nuova arte e della nuova architettura del Rinascimento, sostenendo la pratica dei colleghi, spesso condotta attraverso tentativi e sperimentazioni, con norme e regole ricavate dai suoi studi dei testi antichi.

Alberti fu dunque un grande artista ma prima di tutto un grandissimo teorico, a lui si devono tre importantissimi testi sull’arte e sull’architettura:

  • De Pictura;
  • De Statua;
  • De Re Aedificatoria.

Firenze è la culla del rinascimento, tappa imperdibile e testimonianza vivente dell’inconfondibile stile rinascimentale in architettura, scultura e pittura. I suoi musei e i suoi palazzi offrono la possibilità di ammirare le meraviglie degli artisti rinascimentali.

Per ammirare in pieno relax la cultura e l’architettura rinascimentale vi aspettiamo a Villa Campestri Olive Oil Resort, magnifica villa immersa nel verde a soli 35 km da Firenze.

Quick Booking


  • Data di Arrivo:

  • Notti:

  • Camere:

  • Adulti:

  • Bambini:

Gli artisti del secondo Rinascimento

Nel corso del Quattrocento si verifica in Italia un vasto rinnovamento culturale che prende il nome di Rinascimento. Scopri con noi quali sono i più grandi artisti del secondo Rinascimento!

Cosa fare a Ferragosto 2019 nel Mugello

Si avvicina anche quest’anno uno dei momenti più attesti dell’estate: Ferragosto! Scopri con noi cosa fare a Ferragosto 2019 nel Mugello!

La Fiera Calda di Vicchio 2019: info e programma

Ogni anno a Vicchio si svolge un’antica festa legata alle tradizioni di questo bellissimo paese nel Mugello. Scopri con noi tutte le info e il programma della Fiera Calda di Vicchio 2019!

Dove imparare ad andare a cavallo vicino a Firenze

Per diventare buoni cavalieri non è necessario iniziare a praticare l’equitazione in tenera età, per questo l’equitazione è uno sport che presenta aspetti senza dubbio attraenti per tutti. Ecco quali sono i migliori posti dove imparare ad andare a cavallo vicino a Firenze!

Quali sono i migliori dolci tipici della Toscana?

I dolci toscani rappresentano una parte fondamentale della cultura culinaria regionale. Genuini, gustosi e ancora più buoni se accompagnati da un buon bicchiere di Vin Santo. Scopri con noi quali sono i migliori dolci tipici della Toscana!

Sagra del Cinghiale e del Tortello a Borgo San Lorenzo: tutte le info

I tortelli mugellani col ripieno di patate racchiudono un’autentica ricetta tradizionale toscana. Non c’è occasione migliore per gustarli che alla Sagra del Cinghiale e del Tortello a Borgo San Lorenzo: scopri tutte le info!

Breve guida su come degustare l’olio extravergine d’oliva

Come il vino anche l’olio extra vergine d’oliva viene degustato e valutato secondo regole precise. Scopri in questa breve guida come degustare l’olio extravergine d’oliva!

Convento Bosco ai Frati Mugello

Nel bellissimo comune toscano di San Piero a Sieve è situato il famoso Convento Bosco ai Frati del Mugello. Scopri con noi la sua storia!