Blog

Una breve guida alle mura più belle della Toscana

Castello di Monteriggioni in Toscana con Villa Campestri Olive Oil Resort

La Toscana, come del resto tutta l’Italia, fino all’Unità è stata divisa in più regni ognuno indipendente dall’altro e ognuno pronto a difendersi.

A ricordo dei tempi di divisione e lunghe lotte rimangono meravigliosi borghi e città fortificate con le loro alte mura sparsi per tutta la Toscana.

La Toscana dei Medici

Quando pensiamo alla regione della Toscana pensiamo subito alla famiglia che l’ha resa nota: I Medici.

La conquista della Toscana non è stata facile o immediata ma di bagnata di sangue e lotte intestine tra le città e una di loro non è mai caduta: Lucca.

Lucca, la città murata per eccellenza

Passeggiare, pattinare, correre o anche solo salire sulle mura di Lucca è una esperienza unica ed emozionante. I quattro chilometri di cinta muraria arborata che abbraccia questo gioiello di città sono completamente percorribili e originali.

Lucca è l’unica città in Toscana che non venne conquistata dalla famiglia Medici anche grazie alla sua cinta muraria cinquecentesca che infatti si trova tutt’ora intatta.

Monteriggioni, la più piccola cinta muraria

Molto piú piccole rispetto alle mura Lucca sono quelle di Monteriggioni, di andamento circolare chiudono un piccolo ma strategico borgo.

Monteriggioni si trova infatti a metà strada tra Siena e Firenze e fu per anni avamposto della Repubblica Senese per scopo difensivo.

Oggi è possibile percorrere parte delle mura che si affacciano sulle valli dell’Elsa e dello Staggia che dividevano un tempo Firenze da Siena.

Camminare sulle mura di Monteriggioni è il miglior modo per immergersi in un’atmosfera medievale e ammirare il paesaggio toscano.

Firenze e le mura Medievali

Il capoluogo della Toscana e città elettiva della famiglia Medici ha avuto molte cinte murarie nel corso dei secoli ma solo l’ultima, quella medievale, è più facilmente visibile.

Oggi giorno solo una parte delle antiche mura è ancora in piedi e non calpestabile.

Firenze è stata capitale d’Italia nei primi anni di unificazione ed è stata investita dal rinnovamento e ammodernamento di stampo europeo che ha distrutto una grande parte delle mura.

Solo nella zona dell’Oltrarno è visibile la cinta medievale della città mentre nel resto della città è stata sostituita dalle vie di circolazioni più moderne.

Nel piano urbanistico di fine Ottocento-primi Novecento è stato comunque deciso di salvare le torri principali delle vecchie mura e queste d’estate, di solito, sono visitabili!

Fiesole, tra le più antiche cinte murarie

Un’altra città che a lungo ha resistito al potere di Firenze è stata Fiesole. In questo caso non parliamo però dei Medici ma torniamo di molti secoli indietro, al tempo degli etruschi e dei romani.

Fiesole città di origine etrusca conserva un tratto di mura antichissime relative addirittura al IV Secolo a.C., alcuni tratti sono tutt’ora visibili. Questi tratti di mura non sono percorribile a piedi e non hanno più l’altezza originale ma mantengono un fascino unico.

Toscana regione di mura e torri

Questo breve elenco non è esaustivo di tutte le città, avamposti o fortificazioni che costellano la Toscana ma da un esempio della grande varietà di esse e dell’incredibile storia che vi si trova.

Ti aspettiamo a Villa Campestri per poter esplorare comodamente questa meravigliosa regione!

Quick Booking


  • Data di Arrivo:

  • Notti:

  • Camere:

  • Adulti:

  • Bambini:

Calcio Fiorentino, lo sport di Firenze

Sembra incredibile ma ogni città in Toscana ha la propria tradizione sportiva spesso in concomitanza con il Santo patrono della città. A Firenze infatti il giorno di San Giovanni Battista, Santo patrono della città si celebra la partita finale del Calcio storico.

Ricciarelli, il dolce senese per eccellenza senza glutine e senza latte!

Quando si pensa alla buonissima cucina tradizionale Toscana non si immagina che esistono anche delle ricette addirittura senza glutine e senza latte. Oggi giorni le intolleranze sono sempre più diffuse e di conseguenza il mercato crea alimenti appositamente privati di glutine e latte ma ci sono alcuni dolci che già lo sono da tradizione come […]

Una breve guida alle mura più belle della Toscana

La Toscana, come del resto tutta l’Italia, fino all’Unità è stata divisa in più regni ognuno indipendente dall’altro e ognuno pronto a difendersi. A ricordo dei tempi di divisione e lunghe lotte rimangono meravigliosi borghi e città fortificate con le loro alte mura sparsi per tutta la Toscana.

Pedalare porta molti benefici, specialmente se lo fai nel Mugello

Studi scientifici hanno dimostrato che pedalare porta benefici di più tipi alla salute delle persone dai miglioramenti fisici a quelli mentali. Pedalare in un ambiente stimolante, denso di cultura e paesaggi mozzafiato, rende questa esperienza ancora più soddisfacente. Per questo andare in bicicletta nel Mugello è veramente un’esperienza da non perdere!

I glicini della Toscana

Il glicine è una pianta talmente affascinante che spopola anche sui social, ad aprile e maggio, i mesi di eccellenza per la fioritura si trovano cosí tante foto di glicine che l’hashtag: #wisteriamania diventa di tendenza su Instagram. In Toscana si trovano dei meravigliosi glicini fioriti che sembrano delle cartoline senza tempo!

Il gelato nasce a Firenze?

Il gelato, specialmente appena arriva la bella stagione, è la merenda preferita da bambini e adulti. Uscire per andare a mangiare un gelato puó invogliare anche i più sofferenti al caldo. Si narra che il gelato sia proprio nato qui a Firenze, sarà vero? Scopriamolo insieme!

La via degli Dei e il Mugello

Tutta l’Europa è cosparsa di vie antiche che tutt’ora si possono percorrere e che ultimamente stanno attraendo sempre più turisti. Basti pensare che negli anni il cammino di Santiago di Compostela è diventato così conosciuto che addirittura ci hanno girato vari film. In Italia c’è un percorso meno battuto e bellissimo che vi consigliamo di […]

Panno casentino, simbolo di eleganza e toscanità

La primavera è per eccellenza una mezza stagione dove si alternano giornate di pioggia e giornate di sole, perfette per prendersi un raffreddore e non sapere mai come vestirsi per essere eleganti ma pratici. Esiste un panno prodotto in Toscana, per la precisione in Casentino, che risolve ogni problema: il panno casetino!