Blog

Breve guida su come degustare l’olio extravergine d’oliva

Come degustare l'olio extravergine d'oliva di Villa Campestri Olive Oil Resort

Come il vino anche l’olio extra vergine d’oliva viene degustato e valutato secondo regole precise.
Scopri in questa breve guida come degustare l’olio extravergine d’oliva!

Come abbinare l’olio d’oliva ai piatti

L’olio di oliva è largamente utilizzato nella dieta mediterranea.

L’olio extravergine di oliva però non è tutto uguale, per questo è importante saper abbinare l’olio giusto ad ogni piatto.

Ecco una breve indicazione di possibili abbinamenti tra pietanze e olio di oliva:

  • Olio Fruttato Intenso: ideale per zuppe di cereali, carni rosse alla griglia, pinzimoni aromatici e bruschette.
  • Olio Fruttato Medio: di ottimo abbinamento su minestre di verdura, soffritti, pesci alla griglia, ceci bolliti.
  • Olio Fruttato Leggero: ideale con piatti delicati latticini, insalate fresche e pesce bollito o al vapore.

Come degustare l’olio extravergine d’oliva

Si definisce Extravergine di Oliva l’olio ottenuto dalla prima spremitura di olive attraverso processi meccanici, quindi senza ricorso a processi o sostanze chimiche, in condizioni che non causino alterazioni dell’olio.

È sufficiente quindi la semplice “spremuta delle olive” per trasferire all’olio extravergine tutte le sostanze naturali in esso contenute. Non a caso viene chiamato da molti “elisir di lunga vita”. L’olio extravergine di oliva contiene in quantità significativa potenti antiossidanti come vitamina E e polifenoli.

Per degustare l’olio extravergine di oliva vi sono delle regole precise per la valutazione organolettica anche se la degustazione vera e propria comporta una conoscenza professionale, o quasi, del prodotto.

 

Analisi olfattiva

Scaldare l’olio contenuto nel bicchiere per liberare ed esaltare le componenti volatili aromatiche.

La temperatura di assaggio deve essere circa 28° C, ciò consente di cogliere al meglio le differenze organolettiche in quanto a temperature più basse c’è una scarsa volatilizzazione dei componenti aromatici, mentre a temperature elevate avviene la produzione di sostanze volatili.

Portare il bicchierino al naso e annusare l’olio con lo scopo di captare tutte le sensazioni gradevoli o meno. Ogni olio è caratterizzato da propri profumi (intensità, fragranza, freschezza, equilibrio) ed eventuali difetti.

Analisi gustativa

Assumete una quantità di olio pari ad un cucchiaino nella cavità orale, senza ingerirlo.

Aspirate dell’aria, lentamente e delicatamente, poi in modo più vigoroso in modo da vaporizzare l’olio nel cavo orale. In questo modo vi è un primo contatto con le papille gustative.

Fate riposare la bocca muovendo lentamente la lingua contro il palato.

Aspirate nuovamente l’aria portando la lingua contro il palato e le labbra semiaperte. Lo scopo è quello di vaporizzare l’olio emulsionandolo con la saliva per portarlo a diretto contatto con le papille gustative laterali.

Al termine, espellere l’olio senza deglutire.

Valutazioni

Valutare attentamente le sensazioni retro-olfattive continuando a muovere la lingua contro il palato.

A Campestri, nella valle del Mugello in Toscana, sorge il nostro Resort pensato per offrire agli ospiti un viaggio nella cultura e nel mondo dell’Olio d’Oliva. Proprio dalla passione per l’olio di oliva nasce il primo Olive Oil Resort al Mondo.

Prenota ora un soggiorno indimenticabile tra le dolci colline toscane e un percorso sensoriale alla scoperta della degustazione dell’olio extravergine di oliva!

Quick Booking


  • Data di Arrivo:

  • Notti:

  • Camere:

  • Adulti:

  • Bambini:

Dove passare un soggiorno romantico in Toscana

Spesso si ha bisogno di staccare dalla frenesia della vita quotidiana e si ha necessità di ritrovare l’intimità e il calore di coppia. La soluzione ideale potrebbe essere passare un week-end in un luogo da favola in compagnia della dolce metà. Scopri dove passare un soggiorno romantico in Toscana!

I migliori musei da visitare a Firenze con i bambini

Se non siete mai stati a Firenze è il momento di rimediare in quanto è una città bella in ogni stagione che offre moltissimo ai turisti ed ha sempre una particolare attenzione per i suoi piccoli ospiti. Scopri con noi quali sono i migliori musei da visitare a Firenze con i bambini!

Perché passare Capodanno in un agriturismo toscano

Sempre più persone scelgono di festeggiare l’arrivo del nuovo anno lontano dal caos delle grandi piazze, in location più isolate e tranquille. Scopri perché passare Capodanno in un agriturismo toscano è un’ottima idea!

I Villaggi e le Case di Babbo Natale più belle in Toscana

Il Natale è alle porte e in tutta la regione l’atmosfera di festa ha contagiato città e borghi medievali. Scopri con noi i Villaggi e le Case di Babbo Natale più belle in Toscana!

Cosa puoi fare a Villa Campestri: scopri tutte le nostre attività

Un Resort immerso nella campagna toscana alle porte di Firenze può davvero offrire tanti stimoli e molte cose da fare. Se ti stai chiedendo cosa puoi fare a Villa Campestri allora scopri con noi tutte le nostre attività!

Perché passare una vacanza a Villa Campestri

Villa Campestri è una antica Villa Rinascimentale immersa nel verde del Mugello a pochi chilometri da Firenze. Sempre di più la Toscana viene scelta come meta per le vacanze, scopri perché passare una vacanza a Villa Campestri!

I momenti più belli del 2019 passati con voi! Parte 2

Le emozioni passate in piacevole compagnia sono ricordi indelebili che non svaniscono mai. Riviviamo ancora una volta i momenti più belli del 2019 passati con voi!

I momenti più belli del 2019 passati con voi! Parte 1

Incontrare persone da tutto il mondo accogliendole nella nostra antica Villa è per noi qualcosa di speciale, chi ci permette di creare legami autentici che spesso si trasformano in preziose amicizie. Riviviamo insieme i momenti più belli del 2019 passati con voi!