Blog

Dialetto toscano, storia e curiosità

dialetto toscano dante

Sappiamo che molti scrittori andarono a “sciacquare i panni in Arno”, soprattutto durante il Risorgimento, per dare a tutta Italia il dialetto parlato da Dante, Petrarca, Boccaccio e colleghi. Base della lingua italiana, il dialetto toscano può essere ancora considerato un dialetto? E quali sono le curiosità legate alla nostra lingua? Lo scopriremo in questo articolo.

Da Firenze all’Italia

In generale il dialetto toscano non presenta grandi differenze con l’italiano perché per esplicita scelta culturale e politica è stato alla base della nostra lingua. Esistono comunque alcune differenze, che danno vita ai vari vernacoli come il fiorentino, il lucchese, il pisano-livornese, l’aretino.

La C aspirata

Una caratteristica prevalentemente toscana, che si è persa in italiano, è quella di far scomparire o meglio aspirare le consonanti occlusive come la C.

Quando accade questa aspirazione? In genere quando la consonante C un suono duro (come in “casa”) e non un suono dolce (come in “ciliegia”); soprattutto poi se si trova all’inizio e all’interno della parola ed è preceduta da vocale o seguita da A, O, U.

Se la C è preceduta da vocali che fungono da preposizioni oppure da congiunzioni o se sono accentate, non c’è aspirazione: quindi si dice, come in italiano, “si va a cavallo” oppure “capra e cavoli”.

Non si aspira, per l’appunto quando ha un suono dolce, perché seguita da E ed I: ceci, Cina, cena. La C non scompare, infine, se preceduta da consonante o se raddoppia: quindi si dirà un cucciolo, un chiodo, ma anche il cavallo o il collo.

La sparizione di T e V

In fiorentino molto frequentemente spariscono sia la consonante T che la V, quando si trovano in posizione intervocalica: quindi in italiano andato diventa “anda’o” e tavola diventa “ta’ola”. Il monosillabo “Schi” si trasforma spesso in “sti”, da cui derivano mastio (per maschio), stioccare (per schioccare), mustio (per muschio), stiaccia’a (per schiacciata).

I pronomi e gli aggettivi possessivi

I pronomi composti come glielo, gliela, gliele, diventano gnélo, gnéla, gnele soprattutto se preceduti da un verbo: fàgnene, dìgnene…

Altri toscanismi che non sono passati nell’italiano sono l’uso del “te” al posto del “tu” (in italiano “tu andresti?”, in toscano “te c’andresti?”, ma anche “te tu c’andresti?”).

Anche l’usatissimo raddoppiamento del pronome personale dativo (“a me mi piace”, “a te ti piace”) e il “noi si” (“si va a mangiare, noi si va là”) invece della prima persona plurale sono di origine toscana.

Per quanto riguarda gli aggettivi possessivi, “Mio, mia, miei e mie” diventano mi’; invece tuo, tua, tuoi, tue diventano tu’; e infine suo, sua, suoi, sue si trasformano in su’. In Toscano si dice “la mi’ casa”; “il tu’ babbo” e non “la mia casa” e “tuo padre”.

I verbi

Fare e andare, alla prima persona singolare dell’indicativo presente diventano “fo” e “vo”. L’infinito dei verbi, che in italiano termina con “-re”, in toscano viene troncato: andare – andà’; pèrdere – pèrde’ e così via.

Vieni a scoprire il dialetto toscano

Se sei curioso e vuoi immergerti nella parlata toscana ti aspettiamo a Villa Campestri Olive Oil Resort, per un soggiorno a pochi chilometri da Firenze.

Quick Booking snippet


  • Data di Arrivo:

  • Notti:

  • Camere:

  • Adulti:

  • Bambini:

Ristoranti Mugello: una guida completa

I ristoranti di Mugello sono una delle principali attrattive per i turisti e per i visitatori dei vari borghiche questa areasituata a Nord di Firenze offre.

Musei a Firenze con cani: dog sitter per intrattenere gli amici a 4 zampe

Visitare i musei a Firenze insieme ai propricani zampe finalmente si può. In realtà, non è mai esistita una norma che vietasse l’accesso dei visitatori in compagnia dei propri amici a 4 zampe. Infatti, secondo quanto stabilito dal regolamento della polizia veterinaria, è possibile far accedere i propri animali nei luoghi aperti al pubblico, semplicemente […]

Monte Falterona: la Sorgente dell’Arno

L’Arno è il principale fiume della Toscana ed ha una lunghezza di 241 km. È l’ottavo fiume più lungo d’Italia, ma il secondo nella classifica per estensione, dopo il Tevere, se consideriamo l’Italia peninsulare. La sorgente del fiume Arno, definita anche “Capo d’Arno”, si trova sul Monte Falterona, in corrispondenza del comune Pratovecchio Stia, a […]

Frittelle di riso toscane: curiosità e ricetta

Le Frittelle di riso toscane, conosciute anche con il nome di Frittelle di San Giuseppe, insieme alle Zeppole sono il dolce tradizionale della Festa del papà. Allo stesso tempo, essendo un dolce fritto, è molto ricercato e proposto nei ristoranti più rinomati d’Italia. Le origini delle Frittelle di riso toscane risalgono al XV secolo, in […]

Duomo di Siena: Pavimento, Pulpito e tutte le sue Meravi­glie

Fra le grandi opera dell’architettura sacra medievale europea, un posto d’onore lo merita sicuramente il duomo di Siena.La prima parte della costruzione venne probabilmente edificata nella seconda metà del 1100, se si dà credito a notizie successive che parlano di una sua consacrazione nell’anno 1179 da Papa Alessandro III, dopo la pace con Federico Barbarossa. […]

David di Michelangelo a Firenze: storia ed informazioni utili

Il David di Michelangelo è una delle sculture più importanti nel panorama artistico italiano ed internazionale e rappresenta il simbolo della virilità e bellezza maschile. Questa scultura, realizzata in marmo dal celebre Michelangelo Buonarroti, tra il 1501 e il 1504, è conservata nella Galleria dell’ Accademia a Firenze. La statua marmorea rievoca il personaggio biblico […]

Carlo Collodi: il Fiorentino Padre di Pinocchio

Chi non conosce Pinocchio? In effetti, forse il burattino di legno era più noto ai bambini di qualche generazione fa, ma il classico cartone animato Disney, ha fatto sì che non venga dimenticato, anche in questa epoca digitale. Bisogna anche dire che il Pinocchio che in molti abbiamo in mente è proprio quello Disney, che […]

Chianciano Terme, tra Benessere e Turismo

Storia, cultura, natura, benessere: tutto questo è Chianciano Terme. Nelle terre di Siena, tra la Val di Chiana e la Val d’Orcia, fra le dolci colline dei vigneti di Montepulciano, non lontana dallo splendido borgo rinascimentale di Pienza, Chianciano offre al turista che sia un single, coppia o una famiglia, la vacanza ideale. Una località […]