Blog

Il gelato nasce a Firenze?

Il gelato nasce a Firenze con Villa Campestri Olive Oil Resort

Il gelato, specialmente appena arriva la bella stagione, è la merenda preferita da bambini e adulti.

Uscire per andare a mangiare un gelato puó invogliare anche i più sofferenti al caldo.

Si narra che il gelato sia proprio nato qui a Firenze, sarà vero? Scopriamolo insieme!

Il gelato, una lunga tradizione

La ricerca culinaria non è appannaggio esclusivo degli italiani ma in tutto il mondo si è sempre cercato di soddisfare le nostre pupille gustative con sapori nuovi e creare pietanze che potessero sorprendere i nostri invitati.

Nella lontana Cina già 500 a.C. si era scoperto come conservare il ghiaccio d’estate e in seguito, etruschi, greci e romani scoprirono anche come conservare anche i succhi di frutta gelati.

La diffusione di questa nuova cultura, e tante altre, si interrompe con la caduta dell’Impero Romano e poi il Medioevo. In Oriente il gelato non sparisce anzi i popoli si specializzarono nella preparazione di bevande ghiacciate.

Con la conquista del sud dell’Italia da parte degli arabi le culture tornano a confrontarsi e influenzarsi e il gelato viene chiamato “sorbetto”, dalla nove araba “sherbet” ovvero dolce neve.

Dal Sud d’Italia queste nuove ricette del gelato, con anche l’aggiunta di zucchero e nuovi succhi di frutta, iniziano a diffondersi in Italia e poi in Europa determinandone il successo internazionale.

Il gelato di Firenze

La Firenze del Rinascimento è un luogo di attrazione internazionale in quanto luogo di accentramento artistico e culturale. I Medici, I signori di Firenze, sono una nuova dinastia, non affermati come i re di Francia o Germania ma decisi a trovare il loro posto (e tenerlo molto stretto) nello scacchiere politico europeo.

I banchetti e le feste che si tengono a Firenze hanno echi importanti e ogni volta si prova a stupire sempre di più gli invitati e le pietanze proposte, come appunto il gelato fiorentino, diventano subito trendy food in tutta Europa!

Sono due i personaggi fiorentini da celebrare quando si parla di gelato: Ruggeri e Buontalenti.

Ruggeri, un pollivendolo cuoco provetto

Ad un concorso alla corte Medicea per il piatto più insolito Ruggeri si presenta con una rielaborazione dell’antico sorbetto. Fu un tale successo che Caterina de’ Medici (se vuoi scoprire di più su di lei non ti perdere quest’articolo: Caterina de’ Medici regina di Francia, fiorentina di nascita, grande innovatrice), decide di portare il cuoco di umili origini con se stessa alla corte di Francia.

Alla corte reale il cuoco può dare spazio a tutta la sua inventiva creando ostilità ed invidie tra i suoi pari in cucina. E così un giorno Ruggeri decide di tornare alla sua amata Firenzee in una lettera di commiato alla Regina Caterina lascia la ricetta del “ghiaccio all’acqua inzuccherata e profumata”.

Buontalenti, artista rinascimentale per eccellenza

Quando si pensa agli artisti che hanno reso ilRinascimento e Firenze così famosi in tutto il mondo una delle qualità che gli si attribuisce sempre è quella dell’artista universale, poliedrico.

Buontalenti non è da meno. Architetto, scultore e anche cuoco, Buontalenti viene incaricato dalla famiglia Medici di dirigere sontuosi banchetti che potessero stupire gli ospiti italiani e stranieri con incredibili dolci ghiacciati di pari bellezza delle sue opera architettoniche.

Ma non solo, Buontalenti inventa anche una ricetta di gelato che tutt’ora si trova nelle migliori gelaterie di Firenze e che prende il nome dall’artista. Il gusto buontalenti ha la base di panna e crema e se vi trovate a Firenze non perdete l’occasione di assaggiarlo.

Vi aspettiamo a Villa Campestri

Nella nostra bellissima Villa nel cuore del Mugello vi attendiamo per consigliarvi durante il vostro soggiorno sulle migliori pietanze locali da assaggiare e certamente sulle nostre gelaterie preferite!

A presto!

Quick Booking


  • Data di Arrivo:

  • Notti:

  • Camere:

  • Adulti:

  • Bambini:

I modi di dire fiorentini più comuni

Passeggiando per le strade di Firenze si possono sentire molte espressioni vernacolari tipiche del capoluogo toscano. Tra storia e leggende, scopriamo insieme non solo quali sono i modi di dire più comuni, ma anche da dove hanno avuto origine.

Tre salumi toscani che non puoi perderti!

Spesso nei ristoranti e nelle osterie toscane il cameriere vi consiglia di prendere come antipasto un tagliere di formaggi e salumi toscani. Il consiglio è sempre ben accetto anche perché alcuni di questi buonissimi insaccati sono imperdibili e non facili da trovare in altre regioni! Scopriamo insieme tre tra i migliori salumi toscani!

Le 4 piazze più belle di Firenze

Visitare Firenze e selezionare poche cose da vedere perché magari si ha poco tempo e si vuole tornare a rilassarsi nelle colline toscane non è facile, per questo vi consigliamo noi le quattro piazza più belle di Firenze!

Pinocchio, una storia Toscana

Pinocchio è uno dei libri più letti al mondo, scopriamo insieme alcune curiosità e dove è possibile vivere ancora, in Toscana, la magia del burattino più avventuroso della storia!

5 consigli per un picnic perfetto in Toscana

La stagione primaverile invita a passare più tempo possibile all’aria aperta, specialmente se vi trovate nella bellissima campagna toscana. Per organizzare un pic nic, e quindi approfittare fino in fondo di una gita outdoor, servono alcuni piccoli accorgimenti, e noi condivideremo 5 principali consigli da seguire!

Calcio Fiorentino, lo sport di Firenze

Sembra incredibile ma ogni città in Toscana ha la propria tradizione sportiva spesso in concomitanza con il Santo patrono della città. A Firenze infatti il giorno di San Giovanni Battista, Santo patrono della città si celebra la partita finale del Calcio storico.

Ricciarelli, il dolce senese per eccellenza senza glutine e senza latte!

Quando si pensa alla buonissima cucina tradizionale Toscana non si immagina che esistono anche delle ricette addirittura senza glutine e senza latte. Oggi giorni le intolleranze sono sempre più diffuse e di conseguenza il mercato crea alimenti appositamente privati di glutine e latte ma ci sono alcuni dolci che già lo sono da tradizione come […]

Una breve guida alle mura più belle della Toscana

La Toscana, come del resto tutta l’Italia, fino all’Unità è stata divisa in più regni ognuno indipendente dall’altro e ognuno pronto a difendersi. A ricordo dei tempi di divisione e lunghe lotte rimangono meravigliosi borghi e città fortificate con le loro alte mura sparsi per tutta la Toscana.