Blog

I modi di dire fiorentini più comuni

I modi di dire fiorentini più comuni con Villa Campestri Olive Oil Resort

Passeggiando per le strade di Firenze si possono sentire molte espressioni vernacolari tipiche del capoluogo toscano. Tra storia e leggende, scopriamo insieme non solo quali sono i modi di dire più comuni, ma anche da dove hanno avuto origine.

I modi di dire tipici a Firenze

Chi non ha mai sentito dire “sei un bischero”? Questa parola, che può essere utilizzata anche in modo affettuoso, indica una persona ingenua.

Le sue origini risalgono al XIII secolo, quando la città di Firenze progettò di costruire il suo famosissimo Duomo proprio nella zona in cui si trovavano i possedimenti della potente casata dei Bischeri che, dopo aver tirato a lungo sul prezzo, si ritrovarono con un pugno di mosche e il buon nome infangato.

Invece l’espressione “uscio e bottega” si riferisce alla tradizione secondo la quale le antiche botteghe fiorentine erano anche le abitazioni degli stessi bottegai. Basta sapere che in Toscana l’uscio è la porta d’ingresso di una casa, per comprendere come questo modo di dire indichi le situazioni in cui non c’è separazione tra ambiente domestico e lavorativo.

Un’altra espressione tipicamente fiorentina, di origine antica, è “essere alle porte co’ sassi”, che indica il ridursi all’ultimo minuto. Si riferisce alle pietre che venivano lanciate da chi, attardandosi nel rientrare all’interno della città fortificata, segnalava la propria presenza alle guardie tirando delle pietre contro le porte di ingresso, che durante la notte venivano mantenute chiuse per proteggere la cittadella.

Anche il modo di dire “il culo e le quarant’ore” proviene dai secoli passati, ma si riferisce a un episodio concreto, avvenuto durante la celebrazione di un rito liturgico che richiamava moltissimi fedeli, le quaranta ore per l’appunto. Pare che un uomo, preso a schiaffi dalla donna che aveva palpeggiato, per giustificarsi provò a tirare in ballo la mancanza di spazio dovuta alla calca di gente. Fu proprio la prontezza della donna, che gli chiese cosa c’entrasse il fondoschiena con la celebrazione, a dare origine a quest’espressione analoga ai proverbiali cavoli a merenda.

Modi di dire fiorentini entrati nel linguaggio nazionale

L’espressione “non avere il becco di un quattrino” si riferisce sia a una moneta antica, che circolava anche nel Granducato di Toscana, sia ad una parte del corpo degli uccelli, notoriamente molto piccola e dunque utilizzata per rafforzare l’espressione.

Rimanendo in tema, anche “finire col culo per terra” indica una situazione economicamente sfavorevole che ha origine nell’epoca della Repubblica fiorentina. Qui era, ed è tutt’ora presente, la pietra dello scandalo, che aveva una doppia funzione. Se da una parte serviva per issarvi il gonfalone della città, all’alba di una battaglia, dall’altra era il luogo dove venivano puniti i morosi, percuotendone le natiche proprio sulla pietra, posizionata per terra.

Infine, l’espressione “reggere il moccolo”, che si riferisce a chi è di troppo in una situazione di corteggiamento, deve le sue origini ad una strada fiorentina, via Calimala. Qui le prostitute, per far sì che i potenziali clienti potessero vederne il volto e la bellezza, si illuminavano con delle candele di cui, quando erano quasi consumate, non restava altro che il moccolo, ovvero la parte finale.

Scopri la Toscana e il suo dialetto

La Toscana, e in particolare Firenze, hanno un dialetto davvero colorito e divertente che ha radici nel passato.

Camminare per le strade della “Culla del Rinascimento” e immergersi nella sua pittoresca vita significa fare un vero e proprio tuffo nel passato.

Se anche tu vuoi scoprire la Toscana e il suo dialetto ti aspettiamo a Villa Campestri Olive Oil Resort!

Quick Booking


  • Data di Arrivo:

  • Notti:

  • Camere:

  • Adulti:

  • Bambini:

I laghi per la pesca sportiva nel Mugello

Ci sono alcune zone del territorio italiano dove la pratica di determinate attività sportive raggiunge il suo massimo. Appassionati, principianti e professionisti si riversano in massa in questi luoghi. I laghi per la pesca sportiva nel Mugello rappresentano un approdo sicuro per i cultori del genere. La varietà di specie è notevole e ciò spinge […]

Giotto, il pittore toscano entrato nel mito

Tra gli artisti che sono nati in Toscana, ci sono moltissimi pittori che hanno segnato in maniera indelebile la Storia dell’Arte. Questo è dovuto al fatto che non solo hanno rivoluzionato il modo di rappresentare la realtà, ma anche perché hanno saputo influenzare profondamente le produzioni artistiche. Questo vale sia per quelle ad essi contemporanee, […]

In viaggio alla scoperta dei prodotti tipici toscani

Come tutte le regioni dell’Italia, anche la Toscana può vantare una ricchissima offerta di prodotti tipici, prelibati e saporiti, degni di ogni palato fine. Inoltre questo territorio è caratterizzato sia da paesaggi meravigliosi, sia da patrimoni artistici e culturali di inestimabile valore. Dunque non c’è da meravigliarsi se la Toscana è ogni anno la meta […]

Il pecorino toscano, formaggio DOP dal sapore inconfondibile

Tra i prodotti che la ricchissima tradizione gastronomica della Toscana può offrire, rientra senza dubbio il pecorino toscano DOP. Si tratta di un formaggio ovino davvero molto saporito e per questo apprezzato dalle buone forchette.

Arte e Storia si incontrano a Vicchio

quale vivono poco più di 8000 abitanti. Si tratta del luogo in cui ebbero origine due pittori fondamentali per la storia dell’arte italiana. Questi sono Giotto, vissuto tra ‘200 e ‘300 e di cui si conserva ancora la casa natale all’interno del comune, e il Beato Angelico, che operò durante il Rinascimento quattrocentesco. I soggiorni […]

Valle del Mugello, la meta perfetta per gli appassionati di moto

Immersa nella campagna Toscana la valle del Mugello ospita il famoso autodromo internazionale del Mugello. Si tratta di un circuito automobilistico e motociclistico italiano, il Mugello Circuit che si compone di 15 curve ed è lungo 5245 metri, per una superficie totale di quasi 170 ettari. Attualmente è proprietà della casa automobilistica Ferrari, che l’ha […]

Quali sono i maggiori esponenti dell’arte toscana?

La Toscana è una regione che ha dato i natali a moltissimi artisti riconosciuti a livello mondiale. Nei secoli, questa regione è stata protagonista di floridissimi scambi commerciali, oltre che teatro di alcune delle corti più raffinate che la storia europea abbia visto. Tutto questo si riscontra attraverso le opere d’arte, che hanno abbracciato i […]

I modi di dire fiorentini più comuni

Passeggiando per le strade di Firenze si possono sentire molte espressioni vernacolari tipiche del capoluogo toscano. Tra storia e leggende, scopriamo insieme non solo quali sono i modi di dire più comuni, ma anche da dove hanno avuto origine.