Blog

La pesca Regina di Londa

pesca regina di londa

L’Italia è da sempre un paese in cui la tradizione è enorme e variegata, e le varie produzioni locali possono essere molto diversificate tra loro anche solo spostandosi di pochi chilometri all’interno di un territorio. È proprio il caso della Toscana e, nello specifico, della zona di Londa, in provincia di Firenze. È qui che nasce un tipo di pesca chiamata “pesca regina di Londa”, la quale possiede determinate caratteristiche che la rendono unica nel suo genere. Vediamo in questo articolo la sua storia e le principali peculiarità che la distinguono dalle altre pesche coltivate in Toscana.

La pesca regina di Londa: storia

In generale, la coltivazione e la diffusione della pesca in Toscana si deve alla casata dei Medici nel sedicesimo secolo.

Tuttavia, parlando nello specifico della pesca regina di Londa, la sua storia risale a circa la metà del secolo scorso. Un appassionato coltivatore dell’area, tale Alfredo Leoni, la scoprì quasi casualmente e decise di continuarne la coltivazione.

Le principali caratteristiche della pesca regina di Londa

Si tratta di una pesca a polpa bianca coltivata principalmente a un altitudine compresa tra i 100 e i 700 metri sul livello del mare, in campi generalmente riparati dal vento e distanti dalla costa.

La caratteristica principale è data dal fatto che si tratta di una pesca tardiva che, al contrario delle altre pesche, viene raccolta a settembre inoltrato.

Cresce principalmente di notte o eventualmente negli orari con meno umidità. È un frutto molto profumato che raggiunge dimensioni leggermente maggiori rispetto alla pesca tradizionale e, sempre rispetto a essa, si presenta più schiacciata sui poli.

Il suo colore è principalmente bianco e verde chiaro, con alcune sfumature di rosso. Ha un sapore molto dolce a partire dalla buccia, che si presenta meno spessa del solito.

Perché è così importante

Una caratteristica fondamentale che ha dato poi il via alla grande commerciabilità di questo tipo di pesca a polpa bianca è il fatto di essere molto resistente all’azione di un particolare fungo patogeno, che attacca nello specifico gli alberi di pesco, chiamato “oidio”.

Proprio per questo è possibile produrne evitando che durante la raccolta ci si imbatta in esemplari che presentano troppe imperfezioni.

Questa caratteristica fu subito scoperta proprio da Alfredo Leoni e fu una delle motivazioni che lo spinsero a introdurla sul mercato; oltre al fatto, naturalmente, di poter essere venduta anche in un periodo autunnale, quando sulle bancarelle era difficile trovare altri frutti simili.

La sua produzione

Nonostante sia molto appetibile sul mercato, la pesca regina di Londa viene prodotta in piccole quantità ogni anno, e venduta principalmente nei mercati locali. Questo perché, come abbiamo detto, le caratteristiche che permettono la sua crescita sono molto selettive e i campi dove essa viene coltivata sono in numero limitato.

Quick Booking snippet


  • Data di Arrivo:

  • Notti:

  • Camere:

  • Adulti:

  • Bambini:

Passeggiata a cavallo nel Mugello: esperienza tra natura e tradizione

Il Mugello è un gioiello nascosto che offre un mix perfetto di storia, cultura e bellezze naturali. Una delle esperienze più autentiche e affascinanti che si possono vivere in questa terra è una passeggiata a cavallo. Attraversare le colline ondulate, i boschi e i borghi medievali del Mugello a cavallo permette di immergersi completamente nella […]

Gastronomia Locale e Mercati: Una Guida per Esplorare i Sapori Toscani

La Toscana, terra di colline ondulate, vigneti rigogliosi e uliveti secolari, è rinomata non solo per il suo paesaggio mozzafiato, ma anche per una tradizione culinaria che incanta i palati di tutto il mondo. La gastronomia locale toscana è un viaggio affascinante attraverso sapori autentici, ricette tramandate e ingredienti di prima scelta. Questa guida vi […]

Matrimoni ed Eventi da Favola a Villa Campestri

Nel cuore dell’incantevole paesaggio toscano, circondato da uliveti secolari e colline dolcemente ondulate Villa Campestri è un resort di lusso che promette di trasformare ogni evento in un capitolo indimenticabile della tua vita. Questo gioiello architettonico, che fonde la maestosità del Rinascimento con il comfort moderno, è la location perfetta per chi sogna un matrimonio […]

Scopri i Sapori della Toscana: I Tour Gastronomici di Villa Campestri

Nel cuore pulsante della Toscana, Villa Campestri si rivela come una destinazione imprescindibile per gli amanti della gastronomia. Questa esperienza culinaria, che va oltre il semplice gusto, invita i visitatori a esplorare i segreti dell’olio d’oliva e le delizie delle specialità locali, immergendosi nella ricca tradizione culinaria della regione.

Vivi l’Eccellenza in Toscana: La Magia di Villa Campestri

Nascosta tra le verdi colline della Toscana, VillaCampestri si presenta come un gioiello di raffinatezza, dove il lusso incontra la tradizione. Immersa in un panorama da sogno, tra uliveti centenari e natura incontaminata, questa struttura rappresenta il perfetto connubio tra il fascino dell’antico e il comfort moderno.

I Segreti Dell’Olio Vergine di Oliva: Benefici per la Salute e Consigli

L’olioextravergine dioliva toscano è un gioiello della gastronomia non solo per il suo gusto inconfondibile, ma anche per i suoi numerosi benefici per la salute. Questo prezioso elisir, risultato di una perfetta armonia tra natura e sapienza umana, racchiude segreti che trascendono il suo famoso ruolo in cucina.

Dall’Oliva all’Olio: Il Processo di Estrazione

Il viaggio per la creazione dell’olio extra vergine di oliva toscano è un’arte vera e propria che inizia con la raccolta delle olive e si conclude con la sua degustazione dopo un procedimento che rappresenta l’essenza della tradizione Toscana.

Guida agli Oliveti Toscani: Un Viaggio tra Gusto e Natura

Il paesaggiotoscano, con i suoi estesi oliveti, è una vera e propria culla di varietà e sapori in cui le caratteristiche uniche delle varietà diolive toscane si trasformano in un’olio extra vergine di oliva dal gusto prezioso e inconfondibile.