Blog

Zuppa di Cipolle: storia e ricetta

zuppa di cipolle toscana ricetta

Uno degli aspetti più interessanti della cucina è quello di saper prendere spunto anche dalla tradizione contadina. Ingredienti naturali e piatti poveri, che diventano pietanze ricercate grazie alla capacità di saper reinventare e accostare i sapori più semplici.

Un esempio emblematico è la zuppa di cipolle, piatto tipico della cucina francese. Difficile pensare a qualcosa di più basilare o economico nell’orto della cipolla; eppure la soup à l’oignon ha saputo ottenere un posto d’onore fra i piatti dell’alta cucina.

Insomma, vale la pena scoprire come prepararla e anche come è nata.

Da Roma alla corte di Francia

C’è anche un po’ di Italia, all’origine di questa ricetta. Nei vicoli dell’Impero romano, la gente comune utilizzava quotidianamente le cipolle per la propria alimentazione, anche e soprattutto per la preparazione di minestre e zuppe. In realtà, tutte le classi sociali avevano l’abitudine di preparare la zuppa di cipolle, che serviva anche ad accompagnare piatti di carne e pesce.

Non c’era una vera e propria ricetta ufficiale però; semplicemente si passava la ricetta di famiglia di generazione in generazione.

Ma come è arrivata in Francia? Qui la storia si intreccia con la leggenda, e non è facile distinguere realtà e fantasia.

Sembra che sia stata Caterina de Medici, che divenne sposa di re Enrico d’Orleans ne 1533, a portare ai cuochi francesi la ricetta di una zuppa di cipolle diffusa in Toscana.

La cucina di Corte la trasformò in uno dei piatti più ricercati della gastronomia francese.

La versione del Re

Esiste anche un’altra leggenda che lega la creazione della ricetta oggi ufficiale addirittura alle mani del Re Luigi XV, salito al trono da bambino nel 1715.

Si narra che una notte, nel suo capanno di caccia, trovò a disposizione solo burro, champagne e cipolle per cenare; mise tutto sul fuoco e creò un piatto delizioso.

Difficile pensare a un Re che sbuccia cipolle, ma resta il fascino del mistero.

La ricetta con le cipolle caramellate

Le cipolle ideali per questa preparazione sono quelle bianche. Ecco gli ingredienti per 4 persone:

  • 350 grammi di cipolle
  • 50 grammi di burro
  • 1 libro di brodo di carne
  • 80 millilitri di vino bianco
  • 50 grammi di groviera
  • 20 grammi di farina
  • 4 fette di pane toscano (o 8 fette di baguette)

Il segreto consiste nella lunga cottura delle cipolle. Iniziate affettando le cipolle molto sottilmente, poi versatele in una pentola nella quale avrete fatto fondere il burro. Salate a piacere e cuocete a fuoco vivace per circa 5 minuti.

Quando le cipolle avranno assunto un bel colore caramellato, sfumate con il vino e poi aggiungere la farina; mescolate per 1 minuto, quindi aggiungere il brodo.

Dopo che sarà arrivato a ebollizione, fate cuocere per circa 15 minuti, regolando poi di sale e pepe.

Come servire

Per la zuppa di cipolle l’ideale è avere recipienti mono porzione che possano andare in forno. Tostate il pane e adagiatelo in ogni contenitore, poi versate la zuppa; il pane probabilmente verrà in superficie. Ricoprite tutto di formaggio e passate in forno sotto il grill per 5 minuti massimo.

Gustare la Zuppa di Cipolle con Villa Campestri

Se vuoi vivere assaggiare la gustosa zuppa di cipolle ti aspettiamo a Villa Campestri Olive Oil Resort, per deliziarti con la nostra cucina!

Quick Booking snippet


  • Data di Arrivo:

  • Notti:

  • Camere:

  • Adulti:

  • Bambini:

Argentario e Maremma: le migliori escursioni

La Toscana è una regione tutta da scoprire, ricca di paesaggi meravigliosi e scorci mozzafiato che vale davvero la pena vedere dal vivo con i propri occhi. In particolare, vogliamo prendere in considerazione due zone specifiche della regione: la Maremma e l’Argentario. La prima, rappresenta una zona geografica estesa tra Toscana e Lazio, che si […]

Italian Tour in Tesla: Hotel e Resort con Ricarica

Sono ormai tante le persone che cercano di portare avanti una vita più ecologia e sostenibile nel rispetto dell’ambiente e del mondo. Un grande passo è proprio l’utilizzo di una Tesla elettrica per muoversi in maniera green senza rinunciare a nessun tipo di comfort. Sappiamo però che può non essere sempre facile trovare stazioni con […]

Marradi: pittoresco Comune dell’Alto Mugello

Marradi è un borgo che si trova in Toscana nella zona dell’Alto Mugello. Si affaccia con Senio e Fiorenzuola sul versante dell’Appennino tosco-romagnolo. Il suo nome è famoso perché è il luogo di nascita del grande poeta Dino Campana e anche per la produzione del Marrone IGP del Mugello. Ma non solo: Marradi è un […]

Terme di Saturnia: le acque sulfuree della Maremma

Secondo l’antichissima leggenda, il Dio Saturno, arrabbiatissimo con il genere umano, scagliò un fulmine sulla Terra. Dal cratere che questo lasciò al suolo cominciarono a sgorgare acque calde, che già i Romani e gli Etruschi prima di loro usavano come toccasana rilassante. Così nascono le terme di Saturnia, in Toscana. Se non proprio dal fulmine […]

Zuppa di Cipolle: storia e ricetta

Uno degli aspetti più interessanti della cucina è quello di saper prendere spunto anche dalla tradizione contadina. Ingredienti naturali e piatti poveri, che diventano pietanze ricercate grazie alla capacità di saper reinventare e accostare i sapori più semplici. Un esempio emblematico è la zuppa di cipolle, piatto tipico della cucina francese. Difficile pensare a qualcosa […]

Fiesole: cosa vedere e dove mangiare

Fiesole oggi è considerata “uno dei sobborghi più belli di Firenze”. Di fatto fa parte della area metropolitana del capoluogo, da cui dista solo 6 chilometri, ma è un comune indipendente e con una storia di tutto rispetto. Come centro abitato, Fiesole esiste dal IV secolo avanti Cristo e vanta origini etrusche e romane.

Pistoia: cosa vedere e cosa mangiare

Pistoia è un ricordo medievale giunto sino a noi. Un bellissimo quadro che parla di altri tempi pur restando ben piantata nella modernità. Una città che sa fare turismo senza mare e senza montagna ma con un carico di arte e storia che la rende un piccolo gioiello, orgoglio della splendida Toscana. Fondata dai Romani, […]

Pappa al Pomodoro Toscana: ecco come farla a casa

Il pomodoro è uno dei alimenti simboli della cucina italiana. Re indiscusso per i sughi della pasta nell’immaginario collettivo, nonché immancabile per la pizza, trova posto in tanti piatti della tradizione. Uno di questi è lapappa l pomodoro, così nota da essere diventata titolo di una famosissima canzone degli anni 60. “Viva la pappa col […]