Blog

Come degustare il miele

Come degustare il miele di Villa Campestri Olive Oil Resort

Il miele è un alimento naturale da sempre presente nella nostra dieta, delizioso da solo ma utilizzato anche come ingrediente di piatti, dolci o abbinato ai formaggi. Scopri con noi come degustare il miele!

Cos’è il miele

Da sempre l’uomo consuma il miele, un alimento semplice e naturale di cui ci si nutre senza apportare alcuna modifica.

Questo straordinario alimento viene prodotto dalle api utilizzando il nettare e la melata.
Il nettare è un liquido ricco di acqua che le piante producono proprio per favorire l’impollinazione, grazie alla sua capacità di attirare gli insetti. Il polline, attaccandosi al loro corpo viene trasportato di fiore in fiore.
La melata è una sostanza zuccherina, la linfa prodotta dalla pianta che viene assimilata dagli insetti che se ne cibano.

Le principali varietà di miele sono distinte anche in base al metodo di produzione o di estrazione:

  • Miele in favo;
  • Miele con pezzi di favo o sezioni di favo nel miele;
  • Miele scolato;
  • Miele centrifugato;
  • Miele torchiato;
  • Miele filtrato.

Quali sono i migliori mieli italiani?

Ogni miele rappresenta il risultato del connubio tra le molteplici interazioni tra le api e le varietà botaniche caratteristiche di uno specifico ambiente.

La particolare vegetazione in cui le api vivono, i fiori che vi sbocciano e il clima determinano la produzione di mieli diversi e sempre unici, che racchiudono tutte le caratteristiche dell’ambiente in cui è stato realizzato.

Poiché illimitate sono queste combinazioni i mieli possono essere davvero tanti. Ecco un elenco di tipologie dei migliori mieli italiani:

  • Miele di castagno;
  • Miele di girasole;
  • Miele di agrumi;
  • Miele di acacia;
  • Miele di sulla;
  • Miele di tiglio;
  • Miele di trifoglio;
  • Miele di eucalipto;
  • Miele di corbezzolo;
  • Miele di coriandolo;
  • Melata di bosco.

L’assaggio del miele

Se si vuole capire come degustare il miele bisogna rifarsi alla metodologia di assaggio definita da Michel Gonnet nella metà degli anni Settanta.

Anche l’Albo Nazionale degli Esperti in Analisi Sensoriale del Miele si rifà alla metodologia di Gonnet e teorizza la procedura corretta per degustare il miele:

  1. 30 g di miele in un bicchiere a ballon da 150 ml.
  2. Il miele viene osservato (esame visivo).
  3. Il miele viene distribuito sulla superficie del ballon con l’aiuto di un cucchiaino di plastica e viene poi annusato (esame olfattivo).
  4. Viene portato alla bocca, nella quantità di circa 2 grammi, per mezzo dello stesso cucchiaino. Se ne esaminano gli aspetti di aroma, sapore e persistenza (esame olfatto-gustativo) e successivamente la consistenza (esame tattile).

Quando si assaggiano più varietà di miele è consigliato ripristinare la sensibilità olfatto-gustativa mangiando uno spicchio di mela leggermente acidula ed astringente oppure bere un sorso d’acqua.

Se volete conoscere tutti i segreti di questo incredibile alimento e scoprire come degustare il miele vi aspettiamo a Villa Campestri Olive Oil Resort dove il nostro corso di degustazione dei mieli vi svelerà ogni segreto!

Quick Booking


  • Data di Arrivo:

  • Notti:

  • Camere:

  • Adulti:

  • Bambini:

Trippa e Lampredotto: Cosa Sono e Come Cucinarli

La Trippa e il Lampredotto sono due specialità culinarie italiane molto particolari in quanto provengono da frattaglie bovine. Entrambe fanno parte della tradizione gastronomica toscana ma a farla da padrone a Firenze è il Lampredotto, una vera e propria istituzione. Vediamo assieme cosa sono la Trippa e il Lampredotto e quali sono le migliori ricette […]

Escursioni nel Mugello

Il Mugello è un territorio verde in cui splendide vallate si alternano a dolci colline e monti dal grande fascino. A pochi chilometri da Firenze è il luogo ideale per vivere indimenticabili emozioni a piedi, a cavallo o in bici. Scopri con noi le più belle escursioni in Mugello!

Piscina nella Campagna di Firenze: dove andare?

Quando arriva il caldo vivere la città diventa davvero difficile in quanto le temperature salgono talmente tanto che l’unica cosa possibile è unafuga verso luoghi più freschi. In questi casi non c’è niente di meglio di una giornata da trascorrere in piscina nella campagna di Firenze, ecco dove andare.

La Ricetta della Granita Al Caffè di Villa Campestri

Quando le temperature salgono si ha voglia di qualcosa di fresco che possa rinvigorirci con gusto. Il gelato è sicuramente un classico ma a volte si preferisce qualcosa di più fresco e leggero, che si possa sorseggiare a bordo piscina. A Villa Campestri abbiamo la soluzione giusta, scopri subito la ricetta della Granita al Caffè!

Le Ricette di Villa Campestri: Tortello nero di patate al ragù’ di seppia

I tortelli di patate del Mugello sono una squisita ricetta tipica del territorio. La ricetta si tramanda di generazione in generazione ma è sempre aperta a nuove rivisitazioni. Scopri con noi la tradizione del tortello di patate del Mugello e unasquisita variante gourmet!

Il Lusso di un Resort dal Cuore che Batte

Le vacanze estive sono l’occasione giusta per concedersi momenti di relax in un luogo intimo, protetto e avvolto dalla quiete della natura toscana. Il Bonus Vacanze 2020 può aiutarti a scoprire la magia di Villa Campestri Olive Oil Resort e le bellissime emozioni che puoi vivere con noi!

Festa di San Giovanni in Toscana: Cosa Fare e Dove Andare

La ricorrenza di San Giovanni è un momento molto atteso a Firenze in quanto patrono della città. E’ anche l’occasione per godersi una giornata libera dal lavoro e organizzare una piacevole scampagnata di inizio estate. Scopri con noi cosa fare e dove andare per la Festa di San Giovanni!

I migliori percorsi trekking in Toscana

La primavera e l’estate portano con loro la voglia di camminare e riscoprire il rapporto con la natura. Scopri con noi quali sono i migliori percorsi trekking in Toscana!