Blog

Come degustare il miele

Come degustare il miele di Villa Campestri Olive Oil Resort

Il miele è un alimento naturale da sempre presente nella nostra dieta, delizioso da solo ma utilizzato anche come ingrediente di piatti, dolci o abbinato ai formaggi. Scopri con noi come degustare il miele!

Cos’è il miele

Da sempre l’uomo consuma il miele, un alimento semplice e naturale di cui ci si nutre senza apportare alcuna modifica.

Questo straordinario alimento viene prodotto dalle api utilizzando il nettare e la melata.
Il nettare è un liquido ricco di acqua che le piante producono proprio per favorire l’impollinazione, grazie alla sua capacità di attirare gli insetti. Il polline, attaccandosi al loro corpo viene trasportato di fiore in fiore.
La melata è una sostanza zuccherina, la linfa prodotta dalla pianta che viene assimilata dagli insetti che se ne cibano.

Le principali varietà di miele sono distinte anche in base al metodo di produzione o di estrazione:

  • Miele in favo;
  • Miele con pezzi di favo o sezioni di favo nel miele;
  • Miele scolato;
  • Miele centrifugato;
  • Miele torchiato;
  • Miele filtrato.

Quali sono i migliori mieli italiani?

Ogni miele rappresenta il risultato del connubio tra le molteplici interazioni tra le api e le varietà botaniche caratteristiche di uno specifico ambiente.

La particolare vegetazione in cui le api vivono, i fiori che vi sbocciano e il clima determinano la produzione di mieli diversi e sempre unici, che racchiudono tutte le caratteristiche dell’ambiente in cui è stato realizzato.

Poiché illimitate sono queste combinazioni i mieli possono essere davvero tanti. Ecco un elenco di tipologie dei migliori mieli italiani:

  • Miele di castagno;
  • Miele di girasole;
  • Miele di agrumi;
  • Miele di acacia;
  • Miele di sulla;
  • Miele di tiglio;
  • Miele di trifoglio;
  • Miele di eucalipto;
  • Miele di corbezzolo;
  • Miele di coriandolo;
  • Melata di bosco.

L’assaggio del miele

Se si vuole capire come degustare il miele bisogna rifarsi alla metodologia di assaggio definita da Michel Gonnet nella metà degli anni Settanta.

Anche l’Albo Nazionale degli Esperti in Analisi Sensoriale del Miele si rifà alla metodologia di Gonnet e teorizza la procedura corretta per degustare il miele:

  1. 30 g di miele in un bicchiere a ballon da 150 ml.
  2. Il miele viene osservato (esame visivo).
  3. Il miele viene distribuito sulla superficie del ballon con l’aiuto di un cucchiaino di plastica e viene poi annusato (esame olfattivo).
  4. Viene portato alla bocca, nella quantità di circa 2 grammi, per mezzo dello stesso cucchiaino. Se ne esaminano gli aspetti di aroma, sapore e persistenza (esame olfatto-gustativo) e successivamente la consistenza (esame tattile).

Quando si assaggiano più varietà di miele è consigliato ripristinare la sensibilità olfatto-gustativa mangiando uno spicchio di mela leggermente acidula ed astringente oppure bere un sorso d’acqua.

Se volete conoscere tutti i segreti di questo incredibile alimento e scoprire come degustare il miele vi aspettiamo a Villa Campestri Olive Oil Resort dove il nostro corso di degustazione dei mieli vi svelerà ogni segreto!

Quick Booking


  • Data di Arrivo:

  • Notti:

  • Camere:

  • Adulti:

  • Bambini:

La famiglia Medici e il Mugello

Il territorio del Mugello è denso di tradizioni e storia ed è fortemente legato allo sviluppo della famiglia Medici. Ancora oggi è possibile immaginare il forte impatto di questa dinastia sul territorio visitando leVille a loro appartenute. Scopri con noi questa storica famiglia!

Pici, una ricetta veramente Toscana

Un piatto di spaghetti mette d’accordo grandi e piccini, risolve qualunque indecisioni sul menù famigliare ed è sempre una buona scelta al ristorante! Se vi dicessimo che esiste un tipo di pasta puramente Toscana che è ancora più buona? I pici!

Una giornata al Lago Viola del Mugello

A soli 5 km da Villa Campestri è situato, tra la poderosa fauna verde e le colline di Vicchio, un grazioso e incantevole laghetto artificiale: Il Lago Viola, realtà conosciuta e apprezzata nel Mugello, e non solo, per via della famosa attività di pesca sportiva, per il rinomato ristorante Lago Viola e per il relax […]

Gli imperdibili 5 di Firenze

Gli abitanti di Firenze sono molto orgogliosi delle loro origini e di provenire da una città così ricca di storia, bellezza e arte. Un fiorentino riuscirebbe ad elencare solo 5 imperdibili opere d’arte da vedere in città? Ci proviamo in questo articolo!

Camminare nella campagna toscana fa bene

Vi è mai capitato di cercare musica rilassante per prendere sonno o per leggere un libro? Spesso la playlist che troverete riproduce i rumori piacevoli della campagna, con un po’ di vento che muove le foglie, uccellini e quella sensazione di pace diffusa che si prova camminando nella natura. Ecco tutto questo lo puoi provare […]

Periodo di raccolta delle olive in Toscana: tutto quello che c’è da sapere

La raccolta delle olive è un procedimento molto delicato ai fini del raggiungimento di un olio extra vergine di alto livello. Per questo motivo Villa Campestri Olive Oil Resortadotta il miglior metodo e sfrutta l’idealeperiodo di raccolta delle olive in Toscana. Scopri di più su questo affascinante mondo!

La vita è troppo breve per non bere Chianti Classico

Spesso quando pensiamo alla Toscana e alle sue tradizioni, ci vengono in mente le ottime bottiglie di Chianti Classico, simboleggiate dal Gallo Nero. Come mai questo vino ha un gallo nero come simbolo e cosa vuol dire veramente Chianti Classico? Scoprilo con noi!

Castagnaccio, il dolce giusto per l’autunno in Mugello

Ogni stagione ha il suo dolce e ogni zona d’Italia i suoi ingredienti locali. I meravigliosi boschi colorati di rosso, arancione e giallo del Mugello in autunno sono ricchi di castagne, infatti il dolce tipico di queste giornate di autunno è proprio il castagnaccio.