Blog

Olio extravergine d’oliva: ecco come imparare a degustarlo

Non tutti gli oli extravergine d’oliva sono uguali. Come accade per il vino, così l’aroma e il sapore di un olio, si formano grazie alla concomitanza di una serie di elementi: dalla specie di ulivo piantato, al tipo di terreno e al modo in cui è stato coltivato, fino al modo in cui è stata fatta la raccolta. Ad esempio un olio extravergine di oliva ricavato da olive verdi tenderà ad avere un sapore più amaro, che ricorda l’erba o il carciofo, mentre quello ricavato da olive più mature ha un sapore più floreale.Ma come si fa esattamente a degustare l’olio? Come insegna Gemma Pasquali, esperta assaggiatrice di olio extravergine e iscritta nell’elenco nazionale assaggiatori, per degustare un olio servono soprattutto due sensi, olfatto e gusto: il colore di un olio infatti non serve a stabilirne la qualità, tanto che spesso le degustazioni vengono fatte in bicchieri di colore blu.

La procedura è semplice: innanzitutto bisogna versare una piccola quantità di olio in un’ampolla di vetro che va poi riscaldata con le mani; all’interno l’olio viene fatto roteare dolcemente per far sprigionare il profumo; a questo punto si annusa intensamente; poi si mette in bocca un sorso di olio, lo si divide ai due lati della bocca e si “strippa” ovvero si inspira aria attraverso i denti, una tecnica che permette di ossigenare l’olio; infine l’olio viene fatto roteare in bocca per assaporarne meglio l’aroma.

Grazie a questi semplici passaggi è possibile così testare fino in fondo l’aroma di un olio, la sua forza e le sue caratteristiche, che differenziano l’uno dall’altro.

Vi piacerebbe seguire un’esperienza sensoriale o avere qualche ispirazione per un’idea di viaggio originale? Provate il nostro pacchetto “Amore e un filo d’olio” o i percorsi sensoriali organizzati a Villa Campestri Olive Oil Resort: avrete la possibilità di degustare tre tipi diversi di olio, imparando a riconoscere proprietà e caratteristiche di ciascuno.

Per maggiori informazioni potete telefonare allo 055.8490107 o scrivere a villa.campestri@villacampestri.it

{plusone}

Quick Booking


  • Data di Arrivo:

  • Notti:

  • Camere:

  • Adulti:

  • Bambini:

Perché passare una vacanza a Villa Campestri

Villa Campestri è una antica Villa Rinascimentale immersa nel verde del Mugello a pochi chilometri da Firenze. Sempre di più la Toscana viene scelta come meta per le vacanze, scopri perché passare una vacanza a Villa Campestri!

I momenti più belli del 2019 passati con voi! Parte 2

Le emozioni passate in piacevole compagnia sono ricordi indelebili che non svaniscono mai. Riviviamo ancora una volta i momenti più belli del 2019 passati con voi!

I momenti più belli del 2019 passati con voi! Parte 1

Incontrare persone da tutto il mondo accogliendole nella nostra antica Villa è per noi qualcosa di speciale, chi ci permette di creare legami autentici che spesso si trasformano in preziose amicizie. Riviviamo insieme i momenti più belli del 2019 passati con voi!

Tagliata toscana: le migliori ricette per cucinarla!

La cucina toscana è ricca di gustosi piatti famosi in tutto il mondo. La presenza di numerosi allevamenti bovini sul territorio ha reso i piatti di carne delle vere e proprie specialità. Scopri con noi la famosa tagliata toscana e le migliori ricette per cucinarla!

Cosa fare per l’Immacolata in Toscana

La festa dell’immacolata si avvicina e offre una bellissima opportunità per approfittare di un week-end immersi nella quiete e nella pace della natura alla ricerca di attimi di relax. Scopri con noi cosa fare per l’Immacolata in Toscana!

5 agriturismi di lusso in Toscana

Oggigiorno l’agriturismo non è solo sinonimo di ambiente bucolico, natura e animali ma anche di Lusso. Scopri con noi 5 agriturismi di lusso in Toscana!

I borghi più belli vicino a Firenze

Torri, castelli, ville e abbazie caratterizzano i paesaggi delle cittadine toscane. Vieni con noi in un viaggio alla scoperta dei borghi più belli vicino Firenze!

I primi piatti più buoni tipici della Toscana

In Italia quella per il cibo è una vera e propria passione, ma ciò che amiamo di più è sicuramente sua maestà la “Pasta”! Scopri con noi quali sono i primi piatti più buoni tipici della Toscana!